LTOTests

HTLV (Virus umano linfotropo delle cellule T)

Noto anche come: Anticorpi anti- HTLV-I/II; HTLV-I/II con PCR
Nome ufficiale: Anticorpi anti-Virus umano linfotropo delle cellule T di tipo I/II, Virus umano linfotropo delle cellule T di tipo I/II con PCR
Ultima Revisione: 18.04.2018
Ultima Modifica: 18.04.2018

Articolo approvato dal Comitato editoriale di labtestsonline.org ed in corso di revisione da parte del Comitato editoriale italiano

In Sintesi

Perché?

Per rilevare la presenza di un’infezione da virus umano linfotropo delle cellule T (HTLV); per la ricerca delle cause di una leucemia delle cellule T nell’adulto, di un linfoma o di una mielopatia associata ad HTLV

Quando?

In presenza di segni e sintomi che suggeriscano una neoplasia od una patologia demielinizzante associata ad HTLV, specialmente se in presenza di fattori di rischio identificati; raramente nel caso in cui durante gli esami eseguiti per donare il sangue emerga una positività per HTLV.

Il campione

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio. Raramente un campione di liquido cefalorachidiano, prelevato tramite una procedura chiamata puntura lombare (rachicentesi).

La preparazione

No, nessuna.

L'Esame

Il virus linfotropo delle cellule T (HTLV) è associato ad alcune rare patologie dei linfociti T (cellule T), un tipo di leucociti, parte importante del sistema immunitario. Questo esame ricerca l’infezione da HTLVcome causa di leucemia, linfoma, una patologia rara del sistema nervoso, un’infezione polmonare cronica, uveite, dermatite infettiva o altre patologie infiammatorie.

I tipi di HTLV maggiormente testati sono due: HTLV-I e HTLV-II.  Si stima che nel mondo, circa 15-20 milioni di persone siano infettate da HTLV. La prevalenza delle infezioni di HTLV-I è maggiore in Giappone, Africa sud-sahariana, isole Caraibiche e America centrale e meridionale. HTLV-II invece appare endemico tra le popolazioni dei nativi Americani ed è prevalente tra coloro che fanno uso di droghe per via endovenosa in Europa e nel nord America.

L’infezione da HTLV-I può essere trasmessa per via verticale (dalla madre al figlio) durante la gravidanza o tramite l’allattamento.  Sia le infezioni da HTLV-I che da HTLV-II possono essere trasmesse sessualmente o diffuse per contatto con sangue infetto (ad esempio tramite la condivisione di siringhe tra i tossicodipendenti); le infezione da HTLV-II sono le più diffuse fra quelle correlate all’uso di droga. Entrambi i tipi di infezione possono essere trasmesse mediante trasfusioni di sangue o trapianti d’organo; tuttavia, i test effettuati ai donatori rendono questo evento piuttosto raro.

Altri fattori d rischio includono: vivere in zone del mondo dove l’HTLV è endemico, avere un partner sessuale che proviene da queste aree, avere molti partner sessuali, essere un consumatore di droghe per via endovenosa o aver ricevuto trasfusioni di sangue multiple.

Sia HTLV-I che l’HTLV-II infettano perlopiù i linfociti T. La maggior parte delle persone infettate da HTLV-I e HTLV-II sono asintomatiche ma possono tuttavia essere contagiose.

Dopo l’infezione iniziale, il virus non sparisce mai completamente ma rimane nell’organismo in forma inattiva (latente). Solo una piccola percentuale delle persone infette sviluppa una delle patologie correlate, tipicamente dopo mesi, anni o addirittura decenni l’esposizione iniziale, diventando malati acuti o cronici.

Il virus HTLV-I è associato a:

  • Leucemia/linfoma delle cellule T nell’adulto (ATL), un tipo di tumore delle cellule del sangue che può progredire rapidamente o lentamente e che causa affaticamento, febbre e presenza di linfonodi ingrossati.
  • Mielopatia associata ad HTLV-I/paraparesi tropicale spastica (HAM/TSP); si tratta di malattie rare che possono causare debolezza agli arti inferiori, spasmi muscolari, dolori ai nervi e incontinenza urinaria.
  • In alcuni casi, altre patologie come uveiti, dermatiti, artrite reumatoidee Sindromedi Sjögren
     

HTLV-II è meno chiaramente associato a specifiche patologie ma è certamente collegato a problemi polmonari, malattie neurologiche, artriti, asma e dermatiti.

L’organismo risponde all’infezione da HTLV-I o HTLV-II producendo anticorpi. Questi possono essere rilevati nel sangue durante alcuni test. La presenza del virus può invece essere rilevata direttamente mediante test molecolari (con PCR, polymerase chain reaction) in grado di rilevare direttamente il materiale genetico del virus.

Come e Perchè

Quali informazioni è possibile ottenere?

Il test del virus linfotropo dei linfociti T (HTLV) è usato per rilevare un’infezione da HTLV-I o HTLV-II. Il virus infetta preferenzialmente i linfociti T; il sistema immunitario risponde producendo anticorpi in grado di riconoscere il virus. Molte persone infette non sviluppano una vera e propria malattia e solo pochi sviluppano patologie delle cellule T.

Il test dell’HTLV può essere impiegato per più scopi:

  • Nelle persone con fattori di rischio per l’infezione da HTLV, come vivere in parti del mondo dove l’HTLV è molto comune, avere un partner sessuale che proviene da uno di questi luoghi, avere molti partner sessuali, essere un consumatore di droghe per via endovenosa o avere subito più trasfusioni di sangue, il test può essere utilizzato come esame di approfondimento in seguito al riscontro di valori alterati all’esame dell’emocromo e/o della formula leucocitaria, come la presenza di un aumento di cellule immature e/o linfociti anomali.
  • Per la diagnosi della causa di patologie correlate alle cellule T in persone che mostrano sintomi rilevanti di mielopatia/paraparesi spastica tropicale-associati ad HTLV (HAM/TSP); questo specialmente in persone con fattori di rischio per questa infezione. In alcuni casi il test può essere eseguito suun campione di liquido cefalorachidiano.
  • Per accertare la fonte di un’infezione in un individuo infetto. Ad esempio può essere testata per HTLV-I o HTLV-IIla madredi un figlio affetto, poiché questo tipo di infezione è trasmissibile durante la gravidanza. Allo stesso modo, può essere richiesto di sottoporre al test il partner sessuale della persona affetta.

Esistono due tipologie di esami, uno per rilevare gli anticorpi diretti contro il virus, e l’altro, molecolare, per determinare la presenza del virus stesso:

  • Di solito, il primo esame eseguito nel protocollo diagnostico di un’infezione da HTLV è un EIA (enzyme immunoassay) diretto a rilevare la presenza di anticorpi contro HTLV-I e HTLV-II nel sangue del paziente. Nel caso in cui questo risulti positivo, allora è necessario eseguire un test di conferma, un Western blot, maggiormente specifico ein grado di distinguere tra HTLV-I e HTLV-II.
  • Nei casi in cui non si riesca a distinguere tra HTLV-I e HTLV-II, può essere effettuato un test molecolare che rileva il materiale genetico del virus (polymerase chain reaction method, PCR)

Normalmente i donatori di sangue vengono preventivamente sottoposti al test per la ricerca di un’eventuale infezione da HTLV. Se una persona risulta positiva per HTLV-I/II, allora vengono richiesti i test di conferma per escludere un risultato falso postivo.

Domande Frequenti

Tutti dovrebbero eseguire il test per HTLV I/II?

No. L’incidenza in occidente è molto bassa e le persone infette quasi mai sviluppano patologie correlate all'infezione, per questo non è considerato necessario. D’altra parte poiché l’infezione può essere trasmessa con il sangue, i donatori di sangue ed organi vengono preventivamente testati.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Szczypinska EW, Wallace MR, Wainscoat B, Salas CM, Rich JD. (5 October 2015 updated.) Human T-Cell Lymphotropic Viruses.Available online at http://emedicine.medscape.com/article/219285-overview.Accessed February 5, 2017.

Goncalves, DU, Proietti FA, Ramos Ribas JC, et al. Epidemiology, Treatment, and Prevention of Human T-Cell Leukemia Virus Type 1-Associated Diseases. Clinical Microbiology Reviews. 2010;23(3):577-589.

Mayo Medical Laboratories. Human T-Cell Lymphotropic Virus Types I and II (HTLV-I/-II) Antibody Screen with Confirmation, Serum. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/9539.Accessed February 15, 2017.

National Organization for Rare Disorders. (2012 updated.) HTLV Type I and Type II. Available online at https://rarediseases.org/rare-diseases/htlv-type-i-and-type-ii/.Accessed February 5, 2017.

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB