LTOTests

Trichomonas

Noto anche come: Trichomonas vaginalis; T. vaginalis
Nome ufficiale: Trichomonas vaginalis; Coltura di T. vaginalis; Trichomonas vaginalis RNA; Sonda DNA per Trichomonas vaginalis; Immunofluorescenza diretta per T. vaginalis; Wet Prep
Ultima Revisione: 15.03.2022
Ultima Modifica: 15.03.2022

Image

Articolo approvato dal Comitato editoriale di labtestsonline.org ed in corso di revisione da parte del Comitato editoriale italiano

In Sintesi

Perché?

Per lo screening e la diagnosi delle infezioni da Trichomonas vaginalis, un parassita microscopico responsabile della tricomoniasi, una malattia sessualmente trasmissibile (IST).

Quando?

  • Screening; viene raccomandato lo screening alle donne esposte a rischio di contrarre l'infezione 
  • Diagnosi; in presenza di segnisintomi riconducibili ad infezione da Trichomonas vaginalis. La maggior parte dei soggetti affetti risulta asintomatico, mentre circa il 30% manifesta sintomi simili a quelli delle altre malattie sessualmente trasmissibili
  • Monitoraggio; è possibile eseguire il test dopo 3 mesi dalla fine del trattamento, al fine di individuare eventuali reinfezioni (molto comuni, se il/i partner sessuali non si sottopongono a loro volta al trattamento)

Il campione

Per le donne, un campione ottenuto tramite tampone vaginale o raccolta delle secrezioni vaginali in corso di esame pelvico. Talvolta, può essere utilizzato lo stesso campione ottenuto per l’esecuzione del Pap test.

Per gli uomini, un campione ottenuto tramite tampone uretrale. L'uretra è il canale che attraversa internamente il pene e garantisce lo svuotamento della vescica.

Sia per gli uomini che per le donne, può essere richiesto un campione urinario. La ricerca dell’agente eziologico della tricomoniasi prevede la raccolta del primo mitto all'interno di un contenitore sterile, reperibile in farmacia.

La preparazione

No, nessuna.

L'Esame

La tricomoniasi è una delle quattro infezioni sessualmente trasmissibili (IST) più diffuse a livello globale, insieme a ClamidiaGonorrea e Sifilide. La tricomoniasi è causata dal protozoo Trichomonas vaginalis.

Il test per la tricomoniasi ricerca la presenza di infezione in campioni provenienti dall’apparato genitale maschile o femminile. L'infezione colpisce gli uomini a livello dell’uretra, causando prostatite; nelle donne è responsabile di infezioni vaginali.

Secondo i dati forniti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2016 sono stati stimati 156 milioni di nuovi casi di infezione da Trichomonas vaginalis nel mondo, in prevalenza donne asintomatiche. In generale, i più alti tassi di incidenza di casi di tricomoniasi sono stati riscontrati tra i 15 e i 49 anni. In Italia, l’Istituto Superiore di Sanità (ISS) indica che i casi di infezione da Trichomonas vaginalis hanno mostrato una diminuzione progressiva dal 1991 al 2013, passando da 50 casi del 1991 a 3 casi del 2013, per poi aumentare nuovamente e stabilizzarsi fino al 2017 (12 casi segnalati, pari allo 0,2% di tutte le IST segnalate).

Generalmente, l’infezione viene trasmessa tramite il contatto sessuale (orale, vaginale o anale) con un partner infetto.

Nelle donne, i sintomi associati alla tricomoniasi comprendono prurito, irritazione, infiammazione vaginale e secrezioni vaginali; negli uomini, bruciore dopo la minzione o l’eiaculazione, irritazione e secrezioni dall’uretra. La sintomatologia si sviluppa dopo 5-28 giorni dall’esposizione all’agente infettivo. L’infezione da T. vaginalis può essere facilmente trattata tramite terapia antibiotica. Durante il trattamento dovrebbe essere sospesa qualsiasi attività sessuale e dovrebbe essere consigliato al/ai partner sessuali di sottoporsi a loro volta al trattamento, al fine di evitare una reinfezione.

Come e Perchè

Quali informazioni è possibile ottenere?

Il test della tricomoniasi ricerca la presenza del parassita Trichomonas vaginalis (T. vaginalis), responsabile della malattia. Sono disponibili diverse tipologie di esami per rilevare la tricomoniasi. Le secrezioni vaginali (per le donne) o uretrali (per gli uomini) possono essere analizzate con i seguenti metodi:

  • Test di amplificazione dell’acido nucleico (NAAT); è il test d'elezione per la diagnosi di infezione e consiste nella ricerca del materiale genetico (DNA o RNA) dell’agente eziologico della tricomoniasi. É il test più sensibile per T. vaginalis e può essere eseguito su campioni ottenuti tramite tampone vaginale o cervicale o raccolta dell'urina. Con alcuni tipi di NAAT, i campioni raccolti per l’esecuzione del test per la Gonorrea o la Clamidia possono essere utilizzati anche per l’esecuzione del test per T. vaginalis

Nelle donne, i campioni possono essere raccolti anche in corso di un esame ginecologico di routine, come durante la raccolta di campioni destinati al Pap test. Tuttavia, la positività al T. vaginalis riscontrata incidentalmente su campioni raccolti per il Pap Test non è considerata diagnostica, a causa della presenza di numerosi risultati falsi positivi e falsi negativi.

  • Wet prep; consiste nell’analisi al microscopio di un preparato a fresco posto su un vetrino ed esaminato immediatamente per ricercare la presenza del parassita, senza l’utilizzo di particolari colorazioni. Questo test è dotato di scarsa sensibilità, in particolare negli uomini. Le organizzazioni internazionali raccomandano l’esecuzione di un test maggiormente sensibile (come un test molecolare o colturale) nel caso in cui l’esame “wet prep” fornisca un risultato negativo in presenza di sospetto clinico
  • Esame colturale; questo test è molto sensibile e specifico, ma richiede almeno 7 giorni per permettere la crescita di quantità di parassita sufficienti per la rilevazione. Solitamente, viene eseguito in seguito al riscontro di un risultato negativo al test NAAT. L'esame colturale è l'unico test in grado di predire la sensibilità agli antibiotici; pertanto, può essere richiesto nel caso in cui si sospetti che il paziente sia affetto da un ceppo di T. vaginalis resistente agli antibiotici 
  • Altri metodi; includono l’immunofluorescenza diretta ed il test antigenico rapido. Quest'ultimo prevede la ricerca degli antigeni di T. vaginalis nelle secrezioni vaginali e fornisce risultati in circa 10-15 minuti.

Domande Frequenti

Il partner deve essere avvisato della positività all’infezione da T. vaginalis?

Sì, in modo che possa effettuare il test ed eventualmente iniziare il trattamento dell’infezione.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

A.D.A.M. Medical Encyclopedia. Trichomoniasis. Updated December 24, 2020. Accessed November 8, 2021. https://medlineplus.gov/ency/article/001331.htm

Association of Public Health Laboratories. Advances in laboratory detection of

Trichomonas vaginalis. Published November 2016. Accessed November 8, 2021. https://www.aphl.org/aboutAPHL/publications/Documents/ID_2016November-Laboratory-Detection-of-Trichomonas-update.pdf

Centers for Disease Control and Prevention. Trichomoniasis. Updated April 6, 2017. Accessed November 8, 2021. https://www.cdc.gov/immigrantrefugeehealth/guidelines/domestic/sexually-transmitted-diseases/trichomoniasis.html

Centers for Disease Control and Prevention. DPDx laboratory identification of parasites of public health concern: Trichomoniasis. Updated December 31, 2017. Accessed November 8, 2021. https://www.cdc.gov/dpdx/trichomoniasis/index.html

Centers for Disease Control and Prevention. Sexually transmitted infections treatment guidelines, 2021: Trichomoniasis. Updated July 22, 2021. Accessed November 8, 2021. https://www.cdc.gov/std/treatment-guidelines/trichomoniasis.htm

Centers for Disease Control and Prevention. Trichomoniasis: CDC fact sheet. Updated July 22, 2021. Accessed November 8, 2021. https://www.cdc.gov/std/trichomonas/stdfact-trichomoniasis.htm

Gaydos CA, Klausner JD, Pai NP, Kelly H, Coltart C, Peeling RW. Rapid and point-of-care tests for the diagnosis of Trichomonas vaginalisin women and men. Sex Transm Infect. 2017;93(S4):S31-S35. doi:10.1136/sextrans-2016-053063

Ghanem KG, Tuddenham S. Screening for sexually transmitted infections. In: Marrazzo J, ed. UpToDate. Updated October 28, 2021. Accessed November 8, 2021. https://www.uptodate.com/contents/screening-for-sexually-transmitted-infections

MedlinePlus: National Library of Medicine. Trichomoniasis. Updated March 11, 2016. Accessed November 8, 2021. https://medlineplus.gov/trichomoniasis.html

MedlinePlus: National Library of Medicine. Trichomoniasis test. Updated September 9, 2021. Accessed November 8, 2021. https://medlineplus.gov/lab-tests/trichomoniasis-test/

Schumann JA, Plasner S. Trichomoniasis. In: StatPearls. Updated June 23, 2021. Accessed November 8, 2021. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/books/NBK534826/

Smith DS, Holderman JC, Bugayong KT. What is the role of saline wet mount microscopy in the diagnosis of Trichomoniasis? In: Bronze MS, ed. Medscape. Updated Jan 2, 2020. Accessed November 8, 2021. https://www.medscape.com/answers/230617-41134/what-is-the-role-of-saline-wet-mount-microscopy-in-the-diagnosis-of-trichomoniasis

Sobel JD, Mitchell C. Trichomoniasis. In: Barbieri RL, ed. UpToDate. Updated July 22, 2021. Accessed November 8, 2021. https://www.uptodate.com/contents/trichomoniasis

US Department of Health & Human Services. Trichomoniasis. Updated April 1, 2019. Accessed November 8, 2021. https://www.womenshealth.gov/a-z-topics/trichomoniasis

Van Der Pol B. Clinical and Laboratory Testing for Trichomonas vaginalis Infection. J Clin Microbiol. 2016;54(1):7-12. doi:10.1128/JCM.02025-15

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB