Noto anche come
WNV
WNV con tecnicologia NAAT
Nome ufficiale
Virus West Nile, ricerca degli anticorpi IgM e IgG, ed amplificazione degli acidi nucleici
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 06.12.2017.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Come supporto nel diagnosticare l’infezione causata dal virus West Nile (WNV); per capire la causa di meningiti o encefaliti virali o di malattie febbrili che possono intervenire nella stagione estiva; per determinare la presenza di WNV e arginare la diffusione alla comunità; come screening per i donatori di sangue, tessuti, organi

Quando Fare il Test?

Quando il paziente ha sintomi che suggeriscono la presenza di WNV come mal di testa, febbre, rigidità nucale e debolezza muscolare, o quando è stato punto da zanzare in determinate zone del mondo o quando è affetto da encefalite o meningite durante l’estate

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di liquor prelevato mediante puntura lombare e/o un campione di sangue prelevato da una vena del braccio

 

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

Il virus West Nile (WNV) è un’infezione trasmessa agli uomini  principalmente dalle zanzare che hanno precedentemente punto degli uccelli infetti o altre persone infette. L’esame può determinare direttamente la presenza del virus o mediante gli anticorpi prodotti in risposta all’infezione nel sangue e/o nel liquor.
Il contagio non avviene toccando o mangiando volatili infetti o direttamente da persona a persona; esistono comunque rari casi di WNV trasmessi mediante donazioni di sangue, organi e dalla mamma al bambino durante la gravidanza, il parto o l’allattamento al seno.

Circa l’80% dei pazienti infettati da WNV non hanno sintomi. Negli altri 20% si manifestano sintomi come mal di testa, febbre, nausea, debolezza muscolare e/o rash cutaneo alla schiena o al petto. Questi sintomi si risolvono di solito senza trattamento entro pochi giorni o poche settimane. Solo 1 paziente su 150 infetti può avere serie complicazioni quando l’infezione colpisce il sistema nervoso centrale. Questi pazienti possono presentare sintomi anche gravi come stato confusionale, convulsioni, febbre alta, rigidità nucale, mal di testa o coma. Essi possono avere encefalite e/o meningite e/o paralisi muscolare. Queste forme di WNV sono più frequenti negli anziani, nelle persone con sistema immunitario compromesso (immunocompromessi) e negli individui con patologie sottostanti come diabete o ipertensione. Anche se la maggior parte dei sintomi si risolve entro poche settimane, alcuni danni ai nervi e la paralisi possono rimanere più a lungo o essere permanenti.

Esistono due tipi di WNV:

  • Ricerca degli anticorpi, determina la presenza di IgM o di IgG dirette contro WNV
  • Amplificazione degli acidi nucleici (NAAT), determina la presenza di materiale genetico (RNA) di WNV
Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Un campione di liquor prelevato mediante puntura lombare e/o un campione di sangue prelevato da una vena del braccio.

  • Esiste una preparazione al  test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test del virus West Nile (WNV) è usato come supporto quando la persona ha segni e sintomi e una storia di recente esposizione ad un’infezione acuta da WNV. WNV è un’infezione trasmessa agli uomini principalmente con la puntura di zanzara, la quale abbia precedentemente punto uccelli infetti o altre persone infette. Il test sulle persone sintomatiche può aiutare a distinguere il WNV da altre patologie che causino sintomi simili, come le meningiti batteriche, e può guidare nella scelta del trattamento.
    Il test non è usato per lo screening nelle persone asintomatiche. La maggior parte di coloro che sono infettati da WNV (circa l’80%) non ha sintomi o problemi di salute associati; il test non è pertanto utile in questi casi.

    Sono disponibili due tipi di test per WNV:

    Test per gli anticorpi

    Il test per gli anticorpi è usato principalmente come supporto alla diagnostica di un’infezione corrente o recente. Esistono due classi di anticorpi WNV prodotti in risposta all’infezione: IgM e IgG.

    • Le IgM sono i primi anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta all’infezione da WNV. Si presentano nella maggior parte degli individui entro una o due settimane dall’esposizione. La concentrazione di anticorpi (titolo) aumenta per un breve periodo per poi diminuire. Di solito, dopo alcuni mesi, le IgM scendono sotto il limite di rilevabilità.
       

    La ricerca delle IgM sono il primo test che si fa su sangue o su liquor dei pazienti sintomatici. Questo esame può positivizzarsi sia a seguito di infezione WNV che di altri arbovirus come il virus dell’encefalite di St. Louis e quello dell’encefalite giapponese. Per questa ragione, la maggior parte dei test positivi sulle IgM devono essere confermati da un altro metodo prima di stabilire una diagnosi e mandarne una segnalazione all’Unità Sanitaria Locale.

    • Il test per la ricerca delle IgG a volte può essere usato insieme alla ricerca delle IgM, per capire se c’è stata un’esposizione recente o pregressa di WNV. Il test delle IgG può essere prescritto una volta con le IgM oppure prescritto inizialmente e di nuovo 2-4 settimane dopo per capire se il titolo è aumentato o diminuito.
       
    Test di amplificazione degli acidi nucleici (NAAT)

    Le tecnologie NAAT amplificano e misurano il materiale genetico del virus. Questo esame può rilevare un’infezione corrente prima che appaiono gli anticorpi. Anche se possono identificare in modo specifico la presenza di WNV, deve essere presente una certa quantità (numero di copie) di virus nel campione perché sia rilevato.

    Poiché l’uomo è il secondo ospite del WNV (gli uccelli sono gli ospiti primari), le concentrazioni di virus nell’uomo sono di solito relativamente basse e non rimangono a lungo.
    Il test degli acidi nucleici è molto utile come screening su sangue, tessuti, organi donati per determinare la presenza del virus ed evitare di contagiare altri individui, così anche per testare gli uccelli e le zanzare per verificare la presenza e la diffusione di WNV nella comunità. E’ possibile capire se il virus è presente in un’area dagli uccelli e dalle zanzare, prima della diffusione all’uomo. Inoltre dovrebbe essere usato per testare il sangue o i tessuti di una persona morta (post mortem) per capire se WNV è la causa del decesso o ha contribuito in qualche modo.

  • Quando viene prescritto?

    Il test degli anticorpi è prescritto principalmente quando il paziente mostra segni e sintomi che suggeriscono un’infezione attiva da WNV, in modo particolare se vive o ha viaggiato in zone dove il virus è endemico. L’infezione può essere sospettata soprattutto se i sintomi si presentano durante l’estate. In Italia le zanzare sono presenti di solito da giugno a settembre, ma questa patologia è praticamente inesistente.

    Alcuni segni e sintomi riconducibili a WNV, sono:

    • Mal di testa
    • Febbre, brividi
    • Nausea, vomito
    • Debolezza muscolare
    • Rash cutaneo alla schiena o al petto
       

    Segni e sintomi associate a infezione da WNV più grave, che coinvolge il sistema nervoso centrale, sono:

    • Febbre alta
    • Debolezza muscolare estrema
    • Rigidità nucale
    • Disorientamento
    • Tremori, convulsioni
    • Coma
    • Paralisi (raramente)
       

    Da due a quattro settimane dopo la positivizzazione del test per WNV, IgM e IgG possono essere prescritte nuovamente su sangue di pazienti convalescenti. Se inizialmente le IgM sono negative ma i sintomi persistono e le altre patologie sono escluse, il test delle IgM viene ripetuto alcuni giorni più tardi per vedere se gli anticorpi sono diventati rilevabili.
    L’amplificazione degli acidi nucleici (NAAT) è usata in routine come screening su sangue, organi e tessuti prima della donazione o del trapianto.

  • Cosa significa il risultato del test?
    Test degli anticorpi

    Se le IgM sono positive nel sangue o nel liquor e vengono confermate con un altro metodo, allora è probabile che il paziente abbia un’infezione attiva da WNV, o che l’abbia avuta in un passato recente. Se le IgM sono presenti nel liquor significa che l’infezione è presente nel sistema nervoso centrale.

    Se sono presenti sia le IgM che le IgG nel primo campione, allora è probabile che il paziente abbia contratto l’infezione WNV circa tre settimane prima del prelievo. Se le IgG sono positive e le IgM sono basse o non rilevabili, allora è probabile che la persona sia stata precedentemente esposta al WNV ma che non sia più infetta. Se il titolo di IgG nel sangue del paziente convalescente continua ad aumentare, indica che l’infezione è più recente. Se gli anticorpi WNV non cambiano o diminuiscono, significa che l’infezione è passata, non recente.

    La tabella seguente riassume i risultati che possono essere osservati con il test degli anticorpi:

    Risultato IgM

    Risultato IgG 

    Possibile interpretazione

    Positivo

    Negativo

    Infezione attiva

    Positivo

    Positivo

    Infezione recente

    Basso o negativo o non testato

    Aumentate di quattro volte in campioni raccolti dopo 2-4 settimane

    Infezione recente

    Basso o negativo

    Positivo

    Infezione passata

    Negativo

    Negativo

    • Prelievo troppo precoce rispetto all’esposizione iniziale (per lo sviluppo degli anticorpi)
    • Sintomi dovuti ad altre cause

    La presenza degli anticorpi WNV può indicare un’infezione ma non può essere usata per predire la gravità dei sintomi o la prognosi.

    Test di amplificazione degli acidi nucleici (NAAT)

    Se il NAAT è positivo per WNV, il virus è presente nel campione testato (sangue, sangue di un donatore, tessuti umani, di uccelli o di altri animali, pool di sangue raccolto dalle zanzare) e molto probabilmente anche nell’area geografica da cui proviene.

    NAAT può risultare negativo se il virus non è presente o se è presente in concentrazioni molto basse (non rilevabili). Un risultato negativo non esclude completamente la presenza di WNV. Il NAAT determina la presenza di WNV finché il virus replica nell’individuo.

  • C’è altro da sapere?

    In alcune zone il virus è presente tutto l’anno, ma nella maggior parte delle regioni è stagionale: i casi si manifestano quando ci sono le zanzare. La quantità di virus presente è proporzionale al numero di uccelli infetti e alla popolazione delle zanzare. La prevenzione consiste nel prevenire l’esposizione individuale e nel controllo della popolazione di zanzare.

    Le tecnologie NAAT e le colture virali sono usate in ambito di ricerca per identificare i ceppi virali  che causano l’infezione e per studiare le loro caratteristiche. Sono stati così isolati differenti sottotipi di WNV e associati a diverse epidemie nel mondo.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Esiste un vaccino per il West Nile virus (WNV)?

    Non al momento, uno o più vaccini saranno disponibili nei prossimi anni, i ricercatori ci stanno lavorando. I vaccini per gli altri flavivirus, come la febbre gialla, sono disponibili, efficaci e sicuri da oltre settant’anni, perciò i ricercatori pensano che si troverà presto una soluzione anche per WNV.

  • Quali misure è bene adottare per proteggersi dall’infezione?

    Proteggersi dalle punture di zanzara. Le misure preventive consistono nell’usare un repellente per insetti, all’aperto coprirsi il più possibile con maniche e pantaloni lunghi e stare in casa all’alba e al tramonto quando le zanzare sono più attive ed eliminare l’acqua stagnante che attrae le zanzare. Le comunità possono prendere misure preventive per monitorare i rischi stagionali e l’andamento di WNV e fare una disinfestazione per le zanzare.

  • Le persone asintomatiche vengono testate per il virus?

    Di solito no, ma quando vengono donati sangue o organi e il ricevente si infetta con WNV, allora vengono richieste sia le IgM che le IgG sul donatore (che di solito è asintomatico) per capire se è lui la fonte di infezione.

    In modo simile, se il neonato contrae WNV, è probabile che la madre venga testata per capire se l’infezione è stata passata al bambino durante l’allattamento (evento raro, ma documentato).

  • Donare e ricevere sangue è sicuro?

    Sì. Non ci sono rischi per il donatore ed è stato aggiunto alla lista dei test anche l’amplificazione  degli acidi nucleici (NAAT), per vari tipi di virus, affinché il sangue sia il più sicuro possibile. Inoltre nei centri di raccolta delle donazioni di sangue ai donatori viene chiesto se sono stati in zone dove questo virus è presente e se hanno di recente avuto la febbre o mal di testa (sintomi di infezione da WNV o da altri virus).

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

(2013 June 14). West Nile Virus in the United States: Guidelines for Surveillance, Prevention, and Control. Centers for Disease Control and Prevention [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/westnile/resources/pdfs/wnvGuidelines.pdf throughhttp://www.cdc.gov. Accessed May 2014.

(© 1995–2014). West Nile Virus (WNV) Antibody, IgG and IgM, Serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratory [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/84186 through http://www.mayomedicallaboratories.com. Accessed May 2014.

(Reviewed 2013 June 7). Diagnostic Testing WNV Antibody Testing. Centers for Disease Control and Prevention [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/westnile/healthCareProviders/healthCareProviders-Diagnostic.html through http://www.cdc.gov. Accessed May 2014.

Gavin, M. (Reviewed 2012 August). West Nile Basics. TeensHealth from Nemours [On-line information]. Available online at http://kidshealth.org/teen/infections/bacterial_viral/west_nile.html through http://kidshealth.org. Accessed May 2014.

Murray, K. et. al. (2013). West Nile Virus, Texas, USA, 2012. Medscape Multispecialty from Emerging Infectious Diseases. 2013;19(11):1836-1838. [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/819868 through http://www.medscape.com. Accessed May 2014.

Salinas, J and Steiner, M. (Updated 2012 January 18). West Nile Virus. Medscape Multispecialty [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/312210-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed May 2014.

Pittman, M. et. al. (2013 June 24). Recognition and Management of West Nile Virus in the ED. Medscape Multispecialty [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/804206 through http://www.medscape.com. Accessed May 2014.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Tabers Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Petersen, L. and Marfin, A. (2002 August 6). West Nile Virus: A Primer for the Clinician. Annals of Internal Medicine Volume (137) 3:173-179 [On-line journal article]. Available online at http://www.annals.org/cgi/content/full/137/3/173 through http://www.annals.org.

(2003 September 24, Modified). West Nile Virus (WNV) Infection: Information for Clinicians. CDC, Division of Vector-Borne Infectious Diseases, West Nile Virus [On-line Fact Sheet]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/resources/fact_sheet_clinician.htm through http://www.cdc.gov.

(2003 September 10). Testing and Treating West Nile Virus in Humans. CDC, Division of Vector-Borne Infectious Diseases, West Nile Virus, Questions and Answers [On-line Information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/qa/testing_treating.htm through http://www.cdc.gov.

(2003 July 15). Update on West Nile Virus. CDC Telebriefing Transcript [On-line News Conference]. Available online at http://www.cdc.gov/od/oc/media/transcripts/t030715.htm through http://www.cdc.gov.

(2003). Epidemic/Epizootic West Nile Virus in the United States: Guidelines for Surveillance, Prevention, and Control. CDC [On-line Guidelines]. PDF available for download at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/resources/wnv-guidelines-aug-2003.pdf through http://www.cdc.gov.

Hayes, E. et. al (2004 February 27). Interim Guidelines for the Evaluation of Infants Born to Mothers Infected With West Nile Virus During Pregnancy. CDC, Division of Vector-Borne Infectious Diseases, West Nile Virus [On-line Clinical Guidelines, Published in MMWR (53) 7]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/congenitalinterimguidelines.htm through http://www.cdc.gov.

Martin, D. et. al (2000 May). Standardization of Immunoglobulin M Capture Enzyme-Linked Immunosorbent Assays for Routine Diagnosis of Arboviral Infections. Journal of Clinical Microbiology (38) 5:1823-1826 [On-line journal]. Available online at http://jcm.asm.org/cgi/content/full/38/5/1823 through http://jcm.asm.org.

(2003 July 9). FDA Clears First Test for West Nile Virus. FDA News [On-line News Release]. Available online at http://www.fda.gov/bbs/topics/NEWS/2003/NEW00920.html through http://www.fda.gov.

(2003 May). Revised Recommendations for the Assessment of Donor Suitability and Blood and Blood Product Safety in Cases of Known or Suspected West Nile Virus Infection. FDA [On-line Guidance for Industry]. Available online at http://www.fda.gov/cber/gdlns/wnvguid.htm through http://www.fda.gov.

(2002 December) Arbovirus IFA Slides. PANBIO [On-line package insert]. PDF available for download at http://www.panbio.com.au/prodinfo/I-WNV01X%20-%2004DEC02-005.pdf through http://www.panbio.com.au.

(2003 July 17, Revised). West Nile Virus IgM Capture ELISA. PANBIO [On-line package insert]. PDF available for download at http://www.panbio.com.au/prodinfo/E-WNV01M.pdf through http://www.panbio.com.au.

Bren, L. (2003 January-February). West Nile Virus: Reducing the Risk. FDA Consumer Magazine [On-line article]. Available online at http://www.fda.gov/fdac/features/2003/103_virus.html through http://www.fda.gov.

(2004 February 23). US Startled by Extent of West Nile in Blood Donors. Reuters by Yahoo! Health [On-line article]. Available online at http://health.yahoo.com/search/healthnews?lb=p&p=id%3A54298 through http://health.yahoo.com.

(2003 December 11). West Nile Virus IgM Capture ELISA. FOCUS Technologies, Package Insert [On-line information]. Available online through http://www.focusanswers.com.

(2003 June 25). Focus Submits West Nile Virus Diagnostic Kits to FDA for 510 (k) Clearance [5 paragraphs]. FOCUS Technologies [On-line Press Release]. Available online through http://www.focusanswers.com.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp. 1001-1002.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp. 1626.

(2007 August 28). FDA Approves Second West Nile Screening Test for Donated Blood and Organs. FDA News [On-line press release]. Available online at http://www.fda.gov/bbs/topics/NEWS/2007/NEW01691.html through http://www.fda.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 March 2). FDA Approves First Fully Automated Test to Screen for West Nile Virus in Blood and Tissue Donors. FDA News [On-line press release]. Available online at http://www.fda.gov/bbs/topics/NEWS/2007/NEW01578.html through http://www.fda.gov. Accessed on 9/09/07.

(2006 August 25). Recommendations for Protecting Laboratory, Field, and Clinical Workers from West Nile Virus Exposure. National Institute for Occupational Safety and Health [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/niosh/topics/westnile/reclab.html through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2005 September 4). What You Need to Know about Mosquito Repellent. CDC West Nile Virus Fact Sheet [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/mosquitorepellent.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2005 September 27). West Nile Virus Fact Sheet. CDC West Nile Virus Fact Sheet [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/wnv_factsheet.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 August 1, Reviewed). Testing and Treating West Nile Virus in Humans. CDC Questions and Answers [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/qa/testing_treating.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 June 22). West Nile Virus Sequelae Can Be Long-Term. Medscape Reuters Health Information [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/558721 through http://www.medscape.com. Accessed on 9/09/07.

Murray, K. et. al. (2007 April 05). Depression after Infection with West Nile Virus. Medscape from Emerg Infect Dis. 2007;13(3): 479-481. [On-line journal article]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/554199 through http://www.medscape.com. Accessed on 9/09/07.

(2007 May 1). West Nile virus. MayoClinic.com [On-line information]. Available online through http://www.mayoclinic.com. Accessed on 9/09/07.

Salinas, J. and Steiner, M. (Updated November 6). West Nile Virus. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/312210-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed November 2010.

Cunha, B. (Updated 2010 October 18). West Nile Encephalitis. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/234009-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed November 2010.

Lindsey, N. et. al. (2010 September 13). West Nile Virus Activity — United States, 2009. Medscape Today from Morbidity & Mortality Weekly Report. 2010;59(25):769-772. © 2010 Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/725089 through http://www.medscape.com. Accessed November 2010.

Mayo Clinic Staff (2010 June 26) West Nile virus. MayoClinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/west-nile-virus/DS00438/METHOD=print through http://www.mayoclinic.com. Accessed November 2010.

Dugdale, D. (Updated 2010 September 15). West Nile virus. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/007186.htm. Accessed November 2010.

Neitzel, D. et. al. (2009 August 11). False-Positive Results with a Commercially Available West Nile Virus Immunoglobulin M Assay --- United States, 2008. Medscape Today from Morbidity & Mortality Weekly Report. 2009;58(17):458-460. © 2009 Centers for Disease Control and Prevention (CDC) [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/706830 through http://www.medscape.com. Accessed November 2010.

Hillyard, D. et. al. (Updated 2010 January). Arboviruses. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Arboviruses.html?client_ID=LTD through http://www.arupconsult.com. Accessed November 2010.

(March 9, 2009) National Institute for Allergy and Infectious Diseases. West Nile Virus Diagnosis. Available online at http://www.niaid.nih.gov/topics/westNile/understanding/Pages/diagnosis.aspx through http://www.niaid.nih.gov. Accessed January 2011.