Noto anche come
Screening MRSA
Nome ufficiale
Screening Staphylococcus aureus Meticillino-Resistente
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 10.01.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per rilevare i portatori di infezioni di un ceppo di Staphylococcus aureus Meticillino Resistente (MRSA).

Quando Fare il Test?

Quando, nonostante l’assenza di segni e sintomi d’infezione in atto, il clinico voglia accertare la condizione di portatore di un ceppo MRSA.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un tampone nasale; occasionalmente un tampone prelevato in corrispondenza del sito di infezione di una ferita o di una lesione cutanea.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L’Esame

Gli MRSA sono particolari ceppi di Staphyilococcus aureus, batteri resistenti all’antibiotico meticillina ed a antibiotici affini ai “ß-lattamici” come l’oxacillina, la penicillina, l’amoxicillina e la cefalosporina, utilizzati routinariamente nella cura delle infezioni stafilococciche. Questo insieme di test rileva la presenza di ceppi di Staphyilococcus aureus Meticillino Resistenti ( MRSA).

Lo Staphyilococcus aureus spesso colonizza la pelle e le vie aeree superiori del 25-30% della popolazione senza causare dolore o sintomi. Tuttavia, la presenza di lesioni cutanee dovute ad una ferita o ad interventi chirurgici, o anche la compromissione del sistema immunitario, può determinare l’instaurarsi di un’infezione ad opera dello stafilococco residente.
L’uso diffuso di terapie antibiotiche negli ultimi decenni ha aumentato la diffusione di ceppi di Staphyilococcus aureus meticillino resistenti. Le infezioni operate da questi batteri possono causare infezioni della pelle anche molto gravi e malattie potenzialmente letali come la polmonite, o infezioni sistemiche o nei siti di operazioni chirurgiche. Secondo i dati riportati dal Centers for Desease Control and Prevention (CDC) statunitense, meno del 2% della popolazione portatrice di Staphyilococcus aureus sarebbe portatore di un ceppo MRSA.

I ceppi MRSA possono diffondersi sia in ambiente ospedaliero che exrtra-ospedaliero. In ambito ospedaliero la diffusione del ceppo MRSA può avvenire tramite il contatto di persone infette o portatrici con presidi medici o superfici presenti in ospedali o infermerie. Nell’ambiente extra-ospedaliero invece il ceppo MRSA può diffondersi tramite la condivisione di oggetti per la cura personale, il contatto in ambito sportivo o la frequentazione di posti nei quali si vive o si lavora a stretto contatto con altre persone, tale da facilitare il contatto della pelle.

Molti ospedali hanno adottato misure per tentare di sradicare i ceppi MRSA e per limitare la diffusione di MRSA da persona a persona. Ad esempio, alcuni ospedali hanno istituito lo screening obbligatorio per tutti i degenti dei reparti di terapia intensiva. Il riscontro positivo in uno dei pazienti ricoverati ne determina l’isolamento per prevenire la diffusione e/o l’inserimento in specifici protocolli di bonifica tramite l’utilizzo di unguenti nasali antibiotici e salviette antimicrobiche specifiche utilizzate giornalmente. Uno studio volto alla comparazione dei protocolli di prevenzione però ha mostrato che questo tipo di approccio non è utile quanto la pratica di sottoporre tutti i pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva ai protocolli di bonifica, indipendentemente dal risultato del test di screening. Il risultato è che molto probabilmente la politica ospedaliera tenderà a diminuire i test di screening per MRSA nei pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva e ad aumentare le procedure di bonifica in tutti i pazienti ammessi a quei reparti.  

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite l’inserimento e la rotazione di un tampone in ciascuna narice. Occasionalmente, viene raccolto un tampone da un sito d’ infezione di una ferita o da una lesione cutanea.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    La ricerca dei ceppi di Staphyilococcus aureus Meticillino Resistenti (MRSA) non riguarda la ricerca di altri agenti patogeni. È usato principalmente per identificare lo stato di portatore di MRSA in una persona asintomatica. A livello comunitario, lo screening può esser usato per aiutare a determinare la fonte di un’epidemia e a livello nazionale può essere usato per valutare le caratteristiche genetiche di un ceppo MRSA identificato.

    I test disponibili per l’identificazione del ceppo MRSA sono l’esame colturale o quello molecolare, che rileva il materiale genetico dell’agente patogeno (DNA) e ne identifica il gene in grado di conferire la resistenza agli antibiotici. L’esecuzione del test prevede la raccolta di un tampone nasale tramite l’inserimento dello stesso nelle narici della persona asintomatica e la crescita in coltura (il campione viene posto in un terreno di crescita, incubato e quindi esaminato per la rilevazione delle caratteristiche colonie MRSA). Il tampone può essere prelevato anche in corrispondenza di una sede di infezione cutanea di una persona precedentemente trattata per la presenza di un’infezione operata da un ceppo MRSA. Lo screening MRSA permette di rilevare la presenza o l’assenza del ceppo in 1-2 giorni.

    I metodi molecolari sono in grado di rilevare la presenza di un ceppo MRSA nel giro di qualche ora, rendendo possibile un trattamento immediato, se necessario. Per questo test viene utilizzato un campione raccolto tramite le stesse procedure del precedente ma testato per rilevare la presenza di un marcatore genetico relativo allo S. aureus e uno relativo al gene mecA in grado di conferire la resistenza alla meticillina, oxaciclina, nafcillina, dicloxacillina e altri antibiotici simili.

    Alcuni ospedali hanno adottato misure per controllare la diffusione di MRSA attraverso lo screening di quei pazienti che si pensa possano essere a rischio di essere portatori. Nel caso in cui in una comunità si sviluppi un’epidemia di MRSA, possono essere sottoposti a screening tutti gli operatori sanitari, i familiari e vicini al fine di identificare la sorgente dell’infezione e limitare la diffusione. In casi particolari, come negli ospedali, possono essere sottoposti a screening un gran numero di persone al fine di valutare la diffusione del batterio in quella specifica popolazione.

  • Quando viene prescritto?

    Il test può essere richiesto nel caso in cui il clinico, il personale ospedaliero o un ente di sorveglianza sanitaria  vogliano valutare una potenziale colonizzazione di MRSA in un individuo, nei suoi familiari e/o  in gruppi di persone nella comunità per verificare la fonte d’infezione da MRSA.

    Quando in un  gruppo ristretto di persone si verifica un numero aumentato di infezioni possono essere sottoposti a screening MRSA tutti i componenti di quel gruppo, come ad esempio  gruppi una squadra di calcio, i residenti di una casa di cura, gli operatori sanitari, ecc.

    Occasionalmente, il test può essere eseguito su un campione ottenuto da un soggetto trattato per un’infezione da MRSA o per sepsi da MRSA al fine di valutare l’efficacia del trattamento effettuato.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Se la ricerca per MRSA (sia essa l’esame colturale o molecolare) è positiva, allora il paziente è un portatore del ceppo MRSA, il quale è situato nella sede sottoposta a test (in genere le narici).

    Se l’esame colturale da una ferita di una persona trattata per MRSA fornisce un risultato positivo, allora il batterio è ancora presente nonostante la terapia.

    Se la coltura del tampone nasale o del sito di una ferita è negativa, allora i ceppi MRSA non sono presenti o lo sono in quantità troppo piccola per essere rilevata.

  • C’è altro da sapere?

    La rilevazione di un ceppo MRSA tramite l’esame colturale permette l’esecuzione di ulteriori test di approfondimento, volti all’identificazione del tipo e del sottotipo del ceppo di S. aureus presente. Sebbene questo tipo di informazioni non venga utilizzata per guidare le scelte terapeutiche, è un’importante elemento per la tracciabilità della diffusione dell’infezione e per la caratterizzazione delle tossine e di altri fattori legati alla virulenza del batterio isolato.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Susan S. Huang, et al. Targeted versus Universal Decolonization to Prevent ICU Infection. NEJM 368;24. June 13, 2103.

MayoClinic.com. MRSA infection. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/mrsa/DS00735 through http://www.mayoclinic.com. Accessed July 2013.

KidsHealth.org. MRSA. Available online at http://kidshealth.org/parent/infections/bacterial_viral/mrsa.html throughhttp://kidshealth.org. Accessed July 2013.

FamilyDoctor.org. Methicillin-resistant Staphylococcus aureus (MRSA). Available online at http://familydoctor.org/familydoctor/en/diseases-conditions/methicillin-resistant-staphylococcus-aureus-mrsa.html throughhttp://familydoctor.org. Accessed July 2013.

Centers for Disease Control and Prevention. Methicillin-resistant Staphylococcus Aureus (MRSA) Infections. Available online at http://www.cdc.gov/mrsa/ through http://www.cdc.gov. Accessed July 2013.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Harbarth, S. et. al. (2006 February 27). Evaluation of Rapid Screening and Pre-Emptive Contact Isolation for Detecting and Controlling Methicillin-Resistant Staphylococcus Aureus in Critical Care, An Interventional Cohort Study. [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/523530 through http://www.medscape.com.

(2005 February 2). Laboratory Detection of: Oxacillin/Methicillin-resistant Staphylococcus aureus. CDC [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dhqp/ar_lab_mrsa.html through http://www.cdc.gov.

(2005 February 3). Community-Associated MRSA Information for Clinicians. CDC [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dhqp/ar_mrsa_ca_clinicians.html through http://www.cdc.gov.

(2006 March 7). The Growing Menace of Community-Acquired Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus. Annals of Internal Medicine v144 (5).

Seybold, U. et. al. (2006 March 1). Emergence of Community-Associated Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus USA300 Genotype as a Major Cause of Health Care-Associated Blood Stream Infections. CID 2006:42 pp 647-654 [On-line journal].

Fridkin, S. (2005 April 7). Methicillin-Resistant Staphyloccus aureus Disease in Three Communities. N Engl J Med 352;14.

Case, M. (2006 March 15). Fast staph test limits spread, at a high price. Post-gazette.com [On-line information]. Available online at http://www.post-gazette.com/pg/pp/06074/670567.stm through http://www.post-gazette.com.

Peck, P. (2006 February 6). Fast MRSA Test Cuts Infection Rate in Medical ICU. Medpage Today [On-line information]. Available online at http://www.medpagetoday.com/tbprint.cfm?tbid=2623 through http://www.medpagetoday.com.

Waknine, Y. (2006 March 31). Highlights from MMWR: Outbreaks of MRSA Infection in Newborns and More [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/528952 through http://www.medscape.com.

Kuehnert, M. et. al. (2005). Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus Hospitalizations, United States. Medscape fromEmerg Infect Dis 11 (6) [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/505669 throughhttp://www.medscape.com.

Creech II, C. et. al. (2005 July). Increasing Rates of Nasal Carriage of Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus in Health Children. The Pediatric Infectious Disease Journal v24 (7) 617-621.

Bradley, S. (2006 February 22). Staphylococcus aureus Pneumonia: Emergence of MRSA in the Community. Medscape fromSemin Respir Crit Care Med [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/521338 throughhttp://www.medscape.com.

(2006). "Search and Destroy" Strategy Can Reduce Nosocomial MRSA Prevalence. Medscape from Reuters Health Information [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/527548 through http://www.medscape.com.

(2006). New Test Diagnoses MRSA in One Day. Medscape from Reuters Health Information [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/523635 through http://www.medscape.com.

Goossens, H. (2006). Antibiotic Resistance: Highlights of the 16th European Congress on Clinical Microbiology and Infectious Diseases. Medscape [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/530824 throughhttp://www.medscape.com.

Bartlett, J. (2005). Methicillin-Resistant Staphylococcus aureus and Clostridium difficile - Deal Bacterial Threats. Medscape [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/520186 through http://www.medscape.com.

(2006). Community-Acquired MRSA a Leading Cause of Skin and Soft-Tissue Infections. Medscape from Reuters Health Information [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/524998 throughhttp://www.medscape.com.

David, M. et. al. (2006 April 21). Contrasting Pediatric and Adult Methicillin-resistant Staphylococcus aureus Isolates. Medscape from Emerg Infect Dis 12(4): 631-637. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/529448 throughhttp://www.medscape.com.

(Updated 2009 September 28). Recognize and Prevent MRSA Infections. Centers for Disease Control and Prevention [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/Features/MRSAInfections/ through http://www.cdc.gov. Accessed March 2009.

(Updated 2009 June 18). FDA Clears First Quick Test For Drug-Resistant Staph Infections, Test Identifies MRSA Bacterium in Two Hours. U.S. [On-line information]. Available online at http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm161552.htm through http://www.fda.gov. Accessed March 2009.

Dugdale, D. et. al. (Updated 2009 May 30). MRSA. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online athttp://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/007261.htm. Accessed March 2009.

(2010 January 21). Genetics Used to Track Transmission of MRSA Bacteria. MedlinePlus HealthDay [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/news/fullstory_94379.html through http://www.nlm.nih.gov. Accessed March 2009.

(Updated 2009 July 22) MRSA and the Workplace. National Institute for Occupational Safety and Health [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/niosh/topics/mrsa/ through http://www.cdc.gov. Accessed March 2009.

Martinez, J. (Updated 2009 December 16). MRSA Skin Infection in Athletes. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/108972-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed March 2009.