Noto anche come
Mioglobina sierica e urinaria
Nome ufficiale
Mioglobina
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 06.03.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Per rilevare la presenza di danno muscolare; come sostegno alla diagnosi di patologie associate a danno muscolare; per rilevare eventuali livelli elevati di mioglobina nelle urine,in seguito a distruzione muscolare massiva, in grado di causare danno renale; talvolta come sostegno alla diagnosi di attacco cardiaco, sebbene attualmente questo test sia stato perlopiù sostituito con la misura della troponina.

Quando Fare il Test?

In presenza di debolezza o dolore muscolare e/o urine scure che possano far sospettare la presenza di un danno muscolare; in seguito a gravi eventi traumatici che potrebbero aver danneggiato la muscolatura scheletrica.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato da un braccio o un campione di urine.

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L’Esame

La mioglobina è una piccola proteina presente nel muscolo scheletrico e cardiaco, in grado di legare l’ossigeno. La sua funzione consiste nell’intrappolare all’interno del tessuto muscolare l’ossigeno che viene utilizzato dalle cellule per la produzione dell’energia necessaria alla contrazione. Il danneggiamento del tessuto muscolare cardiaco o scheletrico, comporta il rilascio della mioglobina nel circolo ematico. Dopo poche ore da un trauma di questo tipo, è possibile quindi rilevare nel sangue grandi quantità di mioglobina.

La mioglobina viene eliminata per via urinaria e, se in eccesso, risulta essere tossica per i reni. Il rilascio di quantità eccessive di mioglobina nel circolo ematico infatti, in seguito ad esempio ad un grave trauma muscolare, può determinare l’accumulo di mioglobina a livello renale con conseguente danno e anche insufficienza renale. La misura della mioglobina nelle urine consente di rilevare questa condizione potenzialmente rischiosa per i reni.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Tramite un prelievo di sangue venoso dal braccio o tramite la raccolta di un campione di urine estemporaneo.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    No, non è necessaria alcuna preparazione.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Il test della mioglobina può essere utilizzato per rilevare la presenza di un danno muscolare. La mioglobina è una piccola proteina legante l’ossigeno presente nel muscolo cardiaco e scheletrico. In seguito ad un trauma subìto dal tessuto muscolare, la mioglobina viene rilasciata nel circolo ematico. In caso di grave danno muscolare i livelli ematici di mioglobina aumentano molto rapidamente e possono essere misurati nel sangue entro poche ore.

    La mioglobina viene filtrata ed eliminata dal circolo ematico tramite i reni e quindi viene rilasciata nelle urine. Talvolta può pertanto anche essere richiesta la misura della mioglobina urinaria, in particolare in persone con sospetta rabdomiolisi (rottura estensiva del muscolo scheletrico). I livelli di mioglobina urinaria riflettono l’entità del danno muscolare e, trattandosi di una proteina tossica per i reni, anche del danno renale.

    Talvolta la misura della mioglobina sierica viene richiesta in associazione a quella della troponina per la valutazione del danno cardiaco in seguito ad attacco cardiaco, ma il suo utilizzo a questo scopo è ormai in disuso.

    I livelli ematici di mioglobina cominciano a salire dopo 2-3 ore da un attacco cardiaco o qualsiasi altro evento traumatico muscolare, raggiungendo livelli elevati entro 8-12 ore e diminuendo poi progressivamente entro un giorno. L’aumento della mioglobina è rilevabile precocemente rispetto a quello della troponina ma non è allo stesso modo specifico per il danno cardiaco.

    Sebbene la presenza di valori di mioglobina all’interno dei valori di riferimento consenta di escludere la presenza di un attacco cardiaco, la presenza di un risultato positivo non consente di fare diagnosi, per la quale ècomunque richiesta la conferma tramite la misura della troponina.

  • Quando viene prescritto?

    L’esame della mioglobina può essere richiesto in seguito a danno muscolare causato, per esempio, da una trauma o da distrofia muscolare.

    L’uso della mioglobina nella diagnosi di attacco cardiaco è ormai in disuso poiché questo marcatore è stato ormai sostituito dalla troponina, un marcatore cardiaco assai più specifico. Tuttavia la mioglobina può essere richiesta, insieme ad altri esami, in pazienti che, giungendo al pronto soccorso, riferiscano dolore toracico.

    La mioglobina urinaria può essere richiesta nel caso in cui un paziente presenti un esteso danno al muscolo scheletrico con sospetto danno renale correlato.

  • Cosa significa il risultato del test?

    L’aumento dei livelli ematici di mioglobina indica la presenza di un danno muscolare recente. Tali aumenti possono avvenire, ad esempio, in pazienti con:

    • Traumi muscolari secondari ad incidenti
    • Convulsioni
    • Interventi chirurgici
    • Qualsiasi patologia muscolare, come la distrofia muscolare
    • Infiammazione del muscolo scheletrico (miosite)
    • Attacco cardiaco
       

    In seguito a rabdomiolisi è possibile assistere ad un aumento significativo dei livelli ematici di mioglobina.

    Normalmente la mioglobina nelle urine non è rilevabile. Livelli elevati di mioglobina nelle urine sono associati ad un alto rischio di danno e di insufficienza renale. La funzionalità renale può essere valutata e monitorata tramite l’uso di altri test come l’azotemia, la creatinina e l’analisi delle urine.

    Se utilizzato come marcatore di danno cardiaco, l’aumento della mioglobina nel sangue può indicare la presenza di un attacco cardiaco recente che però deve essere confermato tramite il test della troponina. Il mancato aumento dei livelli di mioglobina nelle 12 ore successive alla comparsa del dolore toracico consente di escludere la presenza di un attacco cardiaco.

  • C’è altro da sapere?

    La mioglobina nel sangue può aumentare anche in seguito ad iniezioni muscolari o esercizio fisico intenso. Poiché la mioglobina viene eliminata per via renale, la sua concentrazione ematica può essere elevata anche nei pazienti affetti da insufficienza renale. Il consumo eccessivo di alcol e di alcuni farmaci o droghe, è in grado di causare danno muscolare e quindi aumento della mioglobina ematica.

    La presenza di mioglobina nelle urine può determinare la falsa positività dei test per l’emoglobina eseguiti tramite dipstick urinario. La presenza di un risultato positivo in pazienti per i quali si sospetti che la positività sia dovuta alla mioglobina, deve essere confermata tramite test specifici per quest’ultima

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Cos’è la rabdomiolisi?

    La rabdomiolisi consiste nella rapida rottura delle cellule del tessuto muscolare. Questa patologia può essere causata da gravi traumi al tessuto muscolare e da tante altre cause, quali:

    • Traumi, dovuti ad incidenti
    • Shock elettrico ad alto voltaggio
    • Ustioni gravi ed estese
    • Trombosi e quindi interruzione del flusso sanguigno agli organi e tessuti
    • Esposizione a sostanze tossiche come metalli pesanti, veleno di serpente o monossido di carbonio
    • Infezioni,ad esempio da HIV, influenza, Streptococco (più frequente nei bambini che negli adulti)
    • Patologie genetiche o disordini metabolici che coinvolgono il tessuto muscolare
    • Distrofia muscolare o altre patologie come il diabete non ben controllato, l’ipotiroidismo o l’ipertiroidismo
    • Alcuni farmaci
       

    In caso di rilascio rapido del contenuto intracellulare secondario a danno muscolare, le complicanze posso essere anche gravi, come il danno renale acuto e la coagulazione intravascolare disseminata (CID). Una volta diagnosticata, la rabdomiolisi può essere curata con l’iniezione di liquidi per via endovenosa o con altre terapie di supporto. Altre procedure, come la dialisi per i reni, possono limitare il danno agli organi del paziente.

  • Quali sono i farmaci in grado di causare rabdomiolisi?

    Alcuni esempi includono:

  • Tutti coloro che soffrono di debolezza o dolore muscolare dovrebbero sottoporsi al test della mioglobina?

    In generale, la misura routinaria della mioglobina non è necessaria. Il dolore e la debolezza muscolare sono di solito sintomi di patologie temporanee ed autolimitanti. Tuttavia, l’assunzione di particolari farmaci o l’esposizione ad alcune sostanze potrebbe essere correlata con il danno muscolare e richiedere pertanto un approfondimento diagnostico.

  • La presenza di dolore toracico è necessariamente indicativa di attacco cardiaco?

    Esistono molte cause per il dolore toracico e non sempre dal tipo di dolore avvertito è possibile risalire alla presenza o assenza di attacco cardiaco. Molte persone riferiscono dolore toracico ma che in realtà è associato a dolori dei muscoli intercostali, problemi all’esofago o allo stomaco (reflusso gastroesofageo) e problemi polmonari. Il dolore toracico può anche essere una spia d’allarme per la presenza di patologie alle arterie coronariche.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

(August 24, 2015) Schreiber D. Cardiac Markers. Medscape Reference. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/811905-overview#a4.Accessed February 2016.

(©2016) Mayo Medical Laboratories.Myoglobin, Serum.Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/35110.Accessed February 2016.

(©2016) Mayo Medical Laboratories.Myoglobin, Urine.Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Clinical+and+Interpretive/35109.Accessed February 2016.

Bethel, C. (Updated December 27, 2015) Myopathies. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/759487-overview.Accessed February 2016.

EyalMuscal, E (Updated June 22 2015). Rhabdomyolysis. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1007814-overview.Accessed February 2016.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition.Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri.

Tietz Textbook of Clinical Chemistry and Molecular Diagnostics.Burtis CA, Ashwood ER, Bruns DE, eds. St. Louis: Elsevier Saunders; 2006. Pp 815-817.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods.21st ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2007. Pp 404-405.

Pagana K, Pagana T. Mosby's Manual of Diagnostic and Laboratory Tests. 3rd Edition, St. Louis: Mosby Elsevier; 2006. pp 376-377.

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary.F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Dugdale, D. (Updated 2011 February 21). Myoglobin – serum. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003663.htm.Accessed September 2011.

Dugdale, D. (Updated 2011 February 21). Myoglobin – urine. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003664.htm.Accessed September 2011.

Schreiber, D. and Miller, S. (Updated 2011 March 29). Use of Cardiac Markers in the Emergency Department. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/811905-overview.Accessed September 2011.

(© 1995-2011). Unit Code 9035: Myoglobin, Serum. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/9035.Accessed September 2011.

(Updated 2011 May). Inflammatory Myopathies. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/InflammatoryMyopathies.html?client_ID=LTD#tabs=0.Accessed September 2011.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby’s Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 688-689.

(Jan 4, 2010) Davarajan P. Myoglobinuria. Medscape Review article.Available online at http://emedicine.medscape.com/article/982711-overview. Accessed October 2011.