Noto anche come
Metanefrine plasmatiche
Nome ufficiale
Metanefrine libere plasmatiche frazionate (Normetanefrina e Metanefrine)
Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
26.05.2018.
In Sintesi
Perché Fare il Test?

Come ausilio per diagnosticare o escludere il feocromocitoma.

Quando Fare il Test?

Quando il paziente ha la pressione arteriosa alta persistente o episodica e sintomi come mal di testa, tachicardia, e sudorazione eccessiva.

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio.

​​​​​​​Il Test Richiede una Preparazione?

La preparazione è molto importante per l’accuratezza del risultato. Sarebbe necessario smettere di prendere epinefrina o analoghi dell’epinefrina nella settimana (almeno) precedente al test, smettere di assumere acetaminofene per circa 48 ore ed essere a digiuno da 8-10 ore prima di fare il prelievo. E’ particolarmente importante non assumere alimenti contenenti caffeina (soda, cioccolato), caffé (incluso il decaffeinato), tabacco (sigarette o sigari), tè o alcol per le quattro ore precedenti al test. E’ necessario parlare al proprio medico dei farmaci che si stanno assumendo, poiché molte medicine possono interferire con il risultato.

L’Esame

Il test delle metanefrine libere plasmatiche misura la concentrazione di metanefrina e normetanefrina nel sangue. Queste sostanze sono metaboliti dell’epinefrina (adrenalina) e della norepinefrina (noradrenalina).

Epinefrina e norepinefrina sono catecolamine (ormoni) che aiutano a regolare il flusso e la pressione del sangue nell’organismo e giocano un ruolo importante nella risposta allo stress.

Le catecolamine sono prodotte dalla midollare (porzione interna) delle ghiandole surrenali e sono secrete nel sangue. Una volta che questi ormoni hanno completato la loro azione, sono metabolizzati a composti inattivi. La norepinefrina è convertita a normetanefrina e VMA, l’epinefrina in metanefrina e VMA. Sia le catecolamine che i loro metaboliti sono di solito presenti in piccole quantità fluttuanti nel sangue e nelle urine.

Il feocromocitoma, una rara forma di tumore, e rari tumori extra-surrenalici chiamati paragangliomi, possono produrre una grande quantità di catecolamine, con un significativo aumento delle concentrazioni di metanefrine e normetanefrine. Circa il 90% delle forme di feocromocitoma si forma nelle ghiandole surrenali e, mentre pochissime sono maligne, la maggior parte sono benigne, e continuano a crescere senza diffondersi fuori dalla sede. Le catecolamine prodotte dal feocromocitoma possono provocare ipertensione persistente o episodica grave. Tutto ciò può determinare mal di testa, palpitazioni, sudore, nausea, ansia e formicolio alle estremità. Se non trattati, i sintomi possono peggiorare e il feocromocitoma può crescere. Nel tempo, l’ipertensione dovuta al tumore può causare danno renale, patologie cardiache, e aumentare il rischio di ictus e infarti.

Alcuni esami, incluse le metanefrine libere plasmatiche, possono rivelare la presenza di feocromocitomi. Anche se sono abbastanza rari, è importante diagnosticare queste patologie per l’ipertensione potenzialmente curabile che provocano. Nella maggior parte dei casi, i feocromocitomi possono essere rimossi chirurgicamente, eliminando il problema dell’ipertensione, i sintomi e le complicazioni ad essa associati.

Accordion Title
Come e Perché
  • Come viene raccolto il campione per il test?

    Un campione di sangue viene prelevato da una vena del braccio. Anche se non c’è una vera linea di consenso tra gli esperti su come il sangue dovrebbe essere prelevato, potrebbe essere necessario che il paziente si sdrai e rimanga calmo per i 15-30 minuti precedenti e durante il prelievo. In altre circostanze è sufficiente che rimanga seduto poco prima del prelievo.

  • Esiste una preparazione al test che possa assicurare la buona qualità del campione?

    La preparazione è molto importante per l’accuratezza del risultato. Sarebbe necessario smettere di prendere epinefrina o analoghi dell’epinefrina nella settimana (almeno) precedente al test, smettere di assumere acetaminofene per circa 48 ore ed essere a digiuno da 8-10 ore prima di fare il prelievo. E’ particolarmente importante non assumere alimenti contenenti caffeina (soda, cioccolato), caffé (incluso il decaffeinato), tabacco (sigarette o sigari), tè o alcol per le quattro ore precedenti al test. E’ necessario parlare al proprio medico dei farmaci che si stanno assumendo, poiché è probabile che debbano essere interrotte tutte le terapie eccetto quelle strettamente necessarie. Non è opportuno interrompere le terapie prima di aver consultato il medico.

  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    Le metanefrine libere plasmatiche si usano come supporto per diagnosticare o escludere il feocromocitoma o il paraganglioma. Questo esame è più sensibile rispetto alle catecolamine o alle metanefrine sull’urina delle 24 ore, ma questa sensibilità può portare ad un aumento di risultati falsi positivi, specialmente se eseguito su pazienti in cui il feocromocitoma o il paraganglioma sono improbabili. Per questa ragione, le metanefrine libere plasmatiche non sono raccomandate come test di routine, ma vengono principalmente utilizzate nei pazienti sintomatici quando l’esame sulle urine non fornisce risultati chiari. Poiché sia il risultato del test su sangue che quello del test su urina, possono essere influenzati da stress, caffeina, alcol, e da certi tipi di farmaci, il medico può interpretare un risultato positivo valutando lo stress, la dieta e le terapie  del paziente, cambiando o minimizzando queste influenze, e poi ripetendo l’esame per confermare il precedente.

    Talvolta, l’esame può essere prescritto a persone asintomatiche a cui è stato diagnosticato un tumore della ghiandola surrenaledurante un’ecografia eseguita per altri scopi o a persone che hanno una storia familiare o personale di feocromocitoma. Questi tipi di tumore possono essere ricorrenti e hanno una base genetica, in alcuni casi.

  • Quando viene prescritto?

    Le metanefrine libere plasmatiche vengono richieste principalmente quando c’è il sospetto di un feocromocitoma o di un paraganglioma o quando si vuole escludere questa possibilità. Il medico può prescriverlo quando il paziente è iperteso e mostra sintomi persistenti o ricorrenti, come mal di testa, sudorazione, rossore e tachicardia, o quando l’ipertensione non risponde ai farmaci, poiché gli affetti da questi tumori sono di solito resistenti alle terapie convenzionali.

    Talvolta il test viene richiesto perchè al paziente è stato diagnosticato un tumore delle ghiandole surrenali accidentalmente o quando la persona ha una storia personale o familiare di feocromocitoma o paraganglioma. Può anche essere utilizzato nel monitoraggio di pazienti precedentemente trattati per feocromocitoma.

  • Cosa significa il risultato del test?

    Poiché il test delle metanefrine libere plasmatiche è molto sensibile e il feocromocitoma ed il paraganglioma sono rari, è più frequente avere risultati falsi positivi che veri positivi. D’altra parte però il valore predittivo negativo dell’esame è molto buono, ovvero se le concentrazioni nel sangue di metanefrine e normetanefrina sono normali, è improbabile che il paziente abbia il feocromocitoma.

    Se il paziente sintomatico o asintomatico ha un valore di metanefrine moderatamente elevato, allora il medico può rivalutarne le terapie, la dieta e il livello di stress per capire se vi siano degli interferenti. Il test può dunque essere ripetuto, magari insieme alle catecolamine sulle urine delle 24 ore e/o alle metanefrine urinarie, per vedere se il risultato è ancora elevato: in tal  caso viene prescritta un’ ecografia, altrimenti è improbabile che la persona sia affetta. Se la concentrazione è alta in un paziente che ha avuto un feocromocitoma o un paraganglioma, può essere a causa di una recidiva.

  • C’è altro da sapere?

    La maggior parte dei feocromocitomi sono a carico delle ghiandole surrenali e i restanti si trovano di solito nella cavità addominale. Il test delle metanefrine libere plasmatiche può aiutare a determinare la presenza di un feocromocitoma, ma non è indicativo della sede del tumore o della benignità o malignità (anche se la maggior parte è benigna).

    Il rischio aumentato di sviluppare il feocromocitoma può essere ereditato. Le sindromi MEN-1 e MEN-2 (Neoplasie endocrine multiple, tipo 1 e 2) sono un gruppo di patologie associate ad alterazioni di geni specifici. Queste alterazioni aumentano la probabilità di sviluppare neoplasie ad una o più ghiandole endocrine. E’ stato proposto che tutti i pazienti ai quali è stato diagnosticato un feocromocitoma o un paraganglioma extra surrenalico si sottopongano ad una consulenza genetica.

    Molti farmaci possono interferire con il risultato del test. Consultare il medico su quali farmaci sia meglio interrompere in modo sicuro, prima di fare l’esame. Anche gli alimenti contenenti caffeina come il caffé, la soda e il cioccolato, così come il fumo (sigarette e sigari), possono interferire sul risultato e dovrebbero essere evitati prima del prelievo.

Accordion Title
Domande Frequenti
Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Blake, M. and Sweeney, A. (2014 June 16, Updated). Pheochromocytoma. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/124059-overview. Accessed on 4/25/15.

Vuguin, P. (2013 June 27 Updated). Pediatric Pheochromocytoma. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/988683-overview. Accessed 04/25/15.

Baldwin, E. et. al. (2015 April, Updated). Pheochromocytoma. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Pheochromocytoma.html?client_ID=LTD. Accessed 4/25/15.

(© 1995–2015). Metanephrines, Fractionated, Free, Plasma. Mayo Clinic Mayo Medical Laboratories [On-line information]. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/81609. Accessed 04/25/15.

(2015 April 10, Updated). Unusual Cancers of Childhood Treatment (PDQ®). National Cancer Institute [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/unusual-cancers-childhood/Patient/page7. Accessed 04/25/15.

Pagana, K. D., Pagana, T. J., and Pagana, T. N. (© 2015). Mosby's Diagnostic & Laboratory Test Reference 12th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 636-637.

National Cancer Institute: PDQ® Pheochromocytoma and Paraganglioma Treatment. Bethesda, MD: National Cancer Institute. Date last modified 04/30/2015. Available online at http://www.cancer.gov/types/pheochromocytoma/hp/pheochromocytoma-treatment-pdq. Accessed 07/21/2105.

Lenders, J.W.M. et al. Guidelines on Pheochromocytoma and Paraganglioma. J Clin Endocrinol Metab, June 2014, 99(6): 1915-42

Eisenhofer, G. and Peitzch, M. Laboratory Evaluation of Pheochromocytoma and Paraganglioma. Clinical Chemistry, 2014, 60(12) 1486–1499.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp (900-903).

(© 2004). Metanephrines, Plasma. ARUP's Guide to Clinical Laboratory Testing [On-line information]. Available online at http://www.aruplab.com/guides/clt/tests/clt_a76b.jsp#2461156.

(© 2004). Metanephrines, Plasma. ARUP's User's Guide [On-line test information]. Available online at http://www.aruplab.com/guides/ug/tests/0050184.jsp.

Eisenhofer, G. et. al. (© 2003). Biochemical Diagnosis of Pheochromocytoma: How to Distinguish True- from False-Positive Test Results. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism Vol. 88, No. 6 2656-2666 [On-line journal]. Available online at http://jcem.endojournals.org/cgi/content/full/88/6/2656.

Yogish, C. (2003 October). The Laboratory Diagnosis of Adrenal Pheochromocytoma: The Mayo Clinic Experience. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism Vol. 88, No. 10 4533-4539 [On-line journal]. Available online at http://jcem.endojournals.org/cgi/content/full/88/10/4533.

(1999 June 16). Researchers Develop Better Means to Diagnose Adrenal Gland Tumors. NIH News Release [On-line press release]. Available online at http://www.nih.gov/news/pr/jun99/ninds-16.htm.

Sadovsky, R. (2003 September 15). Management of the Clinically Inapparent Adrenal Mass. American Family Physician, Tips from Other Journals [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20030915/tips/9.html.

(2003 December 18). Pheochromocytoma (PDQ®): Treatment, Health Professional Version. National Cancer Institute [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/pheochromocytoma/HealthProfessional.

Howard, S. (2002 August 29). heochromocytoma. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000340.htm.

(2002 September). Pheochromocytoma. NIH, Warren Grant Magnuson Clinical Center, Patient Information Publications [On-line information]. PDF available for download at http://www.cc.nih.gov/ccc/patient_education/pepubs/pheo.pdf.

Schwartz, G. and Sheps, S. (2004 May 6). Hypertension. Medscape from ACP Medicine 2004. © 2004 WebMD Inc. [On-line article]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/474790.

(© 2004). Pheochromocytoma. The Merck Manual Second Home Edition [On-line information]. Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch164/ch164f.html.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 728-279.

(2008 June 18, Modified). Pheochromocytoma Treatment, Patient Version. National Cancer Institute [On-line information]. Available online at http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/treatment/pheochromocytoma/patient/allpages. Accessed on 7-28-08.

(2007 April 17, Updated). Pheochromocytoma. National Institute of Child Health and Human Development [On-line information]. Available online at http://www.nichd.nih.gov/health/topics/pheochromocytoma.cfm. Accessed on 7-27-08.

Nanda, R. (2006 September 11, Update). Pheochromocytoma. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000340.htm. Accessed on 7-28-08.

Sweeney, A. et. al. (2007 September 11, Updated). Pheochromocytoma. eMedicine [On-line information]. Available online at http://www.emedicine.com/med/TOPIC1816.HTM. Accessed on 7-28-08.

(© 2006-2008). Pheochromocytoma. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/OncologicDz/NeuroendocrineTumors/Pheochromocytoma.html. Accessed on 7-28-08.

Pagana, K. D. & Pagana, T. J. (© 2011). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 10th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 673-675.

Vuguin, P. M. (Updated 2011 October 4). Pediatric Pheochromocytoma. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/988683-overview. Accessed December 2011.

(Reviewed 2011 January). Pheochromocytoma. American Urological Association AUA Foundation [On-line information]. Available online at http://www.urologyhealth.org/urology/index.cfm?article=14. Accessed December 2011.

Blake, M. and Sweeney, A. (Updated 2011 October 19). Pheochromocytoma. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/124059-overview. Accessed December 2011.

Frank, E. et. al. (Updated 2011 June). Pheochromocytoma. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Pheochromocytoma.html?client_ID=LTD. Accessed December 2011.