Noto anche come
Conta RBC
RBC
Conta dei GR
Conta eritrocitaria
Conta dei rossi
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 31.07.2019.
In Sintesi
​​​​​​​Perché Fare il Test?

Per valutare il numero di globuli rossi (RBC); per lo screening, il monitoraggio e la diagnosi di patologie a carico dei globuli rossi.

Quando Fare il Test?

Come parte dell’esame emocromocitometrico, per la valutazione dello stato di salute generale del paziente, o in caso di sospetta anemia (associata a diminuzione di RBC) o policitemia (associata all'aumento di RBC).

Che Tipo di Campione Viene Richiesto?

Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio o mediante la puntura del dito o del tallone (neonati).

 

Il Test Richiede una Preparazione?

No, nessuna.

L'Esame

I globuli rossi (RBC), noti anche come eritrociti, sono cellule del sangue circolanti, deputate al trasporto dell'ossigeno nell’organismo. La conta RBC quantifica il numero totale di globuli rossi presenti nel sangue dell’individuo. E’ uno dei parametri inclusi nell’esame emocromocitometrico ed è spesso usato nella valutazione dello stato di salute generale della persona.

Nel sangue sono presenti anche altre classi di cellule, sospese in un fluido chiamato plasma: i globuli bianchi (WBC) e le piastrine (PLT). Tutte queste cellule sono prodotte nel midollo osseo e rilasciate nel circolo sanguigno dopo completa maturazione. Gli RBC rappresentano di solito circa il 40% del volume ematico totale. Essi contengono l'emoglobina, una proteina in grado di legare l’ossigeno e di permetterne il trasporto dai polmoni a tutti tessuti dell'organismo. Gli RBC inoltre facilitano l'eliminazione di una piccola porzione di anidride carbonica, un prodotto di scarto del metabolismo delle cellule, di organi e tessuti, portandola ai polmoni dove viene eliminata.

La vita media di un RBC è di 120 giorni. Gli RBC vecchi e degradati, o quelli persi in seguito ad eventi emorragici, vengono rimpiazzati da nuovi RBC, prodotti continuamente nel midollo osseo. La produzione, la funzionalità e la vita media degli RBC, possono essere alterate da molte patologie, incluse quelle associate ad eventi emorragici significativi. Queste patologie possono provocare aumenti o diminuzioni nella conta degli RBC, nei livelli di ematocrito (Hct) o di emoglobina (Hb):

  • L'aumentata perdita o distruzione degli RBC, l'alterazione della produzione degli stessi al livello midollare, compresa la diminuzione dei livelli di emoglobina, porta allo sviluppo di anemia. L'anemia comporta la diminuzione della quantità di ossigeno in grado di raggiungere i tessuti.
  • L'aumento della produzione e del rilascio in circolo degli RBC, comporta policitemia. In questo caso la fluidità del sangue diminuisce, con l'instaurarsi di molti problemi come cefalea, formicolii, alterazioni della vista, trombosi o attacco cardiaco.

Gli intervalli di riferimento dipendono da molteplici fattori, quali l’età e il sesso del paziente, la popolazione di riferimento e il metodo utilizzato per l’esecuzione dell’esame. Il risultato numerico di un test può pertanto avere significati diversi in laboratori differenti.

Per queste ragioni, nel presente sito web non vengono riportati gli intervalli di riferimento. Per la valutazione dei risultati dei test, Lab Tests Online raccomanda di riferirsi ai valori di riferimento forniti dal laboratorio nel quale questi sono stati eseguiti. Gli intervalli di riferimento di ciascun test sono riportati sul referto di laboratorio, accanto al nome ed al risultato dello stesso. Per alcuni esempi clicca qui.

Per maggiori informazioni si rimanda agli articoli: Gli Intervalli di Riferimento ed il loro Significato e Comprendere il Referto di Laboratorio.

Se il sottoporsi alle analisi mediche provoca stati d'ansia o di disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli:

Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un altro articolo, Il prelievo ematico: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico.

Accordion Title
Come e Perché
  • Quali informazioni è possibile ottenere?

    La conta dei globuli rossi (RBC) è un parametro parte dell’esame emocromocitometrico, spesso richiesto come esame di routine per la valutazione dello stato di salute generale del paziente o come primo esame in caso di sospetta presenza di molteplici patologie. Questo esame rappresenta inoltre un importante supporto nella diagnosi e/o nel monitoraggio di molte patologie che alterano la produzione o la sopravvivenza dei globuli rossi.

  • Quando viene prescritto?

    La conta dei globuli rossi (RBC) è uno dei parametri inclusi nell’esame emocromocitometrico, spesso richiesto come parte di esami di routine, prima di interventi chirurgici o in presenza di segni e sintomi di patologie in grado d'influenzare la produzione dei globuli rossi. Alcuni segni e sintomi frequentemente associati ad anemia e che generalmente comportano l'esecuzione dell’esame emocromocitometrico, sono:

    • Affaticamento e spossatezza
    • Perdita di energia
    • Pallore
       

    Alcuni segni e sintomi relativi all'aumento del numero di RBC in circolo invece includono:

    • Disturbi della vista
    • Mal di testa, vertigini
    • Rossore
    • Ingrossamento della milza (splenomegalia)
       

    Questo esame può essere richiesto regolarmente nel monitoraggio di molte patologie e condizioni cliniche come:

    Inoltre, può essere richiesto in persone in terapia con chemioterapia e radioterapia, che spesso diminuiscono la produzione di tutte le cellule del sangue da parte del midollo osseo. 

  • Cosa significa il risultato del test?

    L'interpretazione dei risultati della conta dei globuli rossi (RBC) deve necessariamente essere fatta in accordo con gli altri parametri forniti nell'esame emocromocitometrico, come l’ emoglobina, l’ematocrito, la conta dei reticolociti e/o gli altri indici eritrocitari.

    La perdita di cellule del sangue o di globuli rossi che avviene improvvisamente o nel corso del tempo e le patologie o condizioni cliniche che diminuiscono la produzione di globuli rossi nel midollo osseo, determinano la diminuzione della conta eritrocitaria.

    Alcune cause di riduzione del numero di globuli rossi (RBC) sono:

    Alcune cause di aumento del numero di RBC (policitemia) sono:

    • Disidratazione, se il volume di sangue diminuisce, la conta degli RBC per volume aumenta in modo artificioso
    • Patologie polmonari, se il paziente non è in grado di respirare e inalare quantità sufficienti di ossigeno, l’organismo cerca di compensare producendo più globuli rossi.
    • Patologie cardiache congenite, in presenza di queste patologie, il cuore non è in grado di pompare sangue in modo efficiente con conseguente diminuzione della quantità di ossigeno trasportato ai tessuti. L’organismo cerca di compensare producendo più globuli rossi.
    • Tumori del rene e conseguente sovrapproduzione di eritropoietina
    • Fumo
    • Cause genetiche (alterata sensibilità all’ossigeno, anomalie nel rilascio di ossigeno)
    • Policitemia vera, una rara patologia nella quale l’organismo produce un eccesso di RBC
  • C’è altro da sapere?

    La recente trasfusione di sangue può alterare il risultato della conta dei globuli rossi (RBC).

    L’alterazione del numero di RBC è spesso temporanea e può essere facilmente corretta e/o ritornare a valori normali trattando e risolvendo la patologia sottostante.

    Durante la gravidanza, i fluidi corporei tendono ad accumularsi, con la conseguenza diminuzione della conta di RBC dovuta all'aumento del volume dei fluidi.

    La vita ad alta quota causa un aumento della conta di RBC in risposta alla scarsa disponibilità di ossigeno a quelle altitudini.

    Le donne tendono ad avere una conta di RBC più bassa rispetto agli uomini.

Accordion Title
Domande Frequenti
  • Cosa significa quando il risultato dell'esame è lievemente al di fuori dell'intervallo di riferimento?

    Il risultato dell'esame deve essere interpretato nell'ambito del contesto clinico e laboratoristico, in accordo quindi con l'anamnesi e il risultato di altri esami. Un singolo risultato lievemente al di fuori dell'intervallo di riferimento, potrebbe non avere alcun significato clinico. Esistono alcune ragioni per le quali un risultato potrebbe essere lievemente alterato:

    • Variabilità biologica (risultati diversi nella stessa persona in tempi diversi): è molto probabile che, in caso di esecuzione dello stesso esame più volte, almeno un risultato cada al di fuori dell'intervallo di riferimento senza che questo abbia alcun significato clinico. Per ragioni biologiche infatti, i risultati degli esami della stessa persona possono variare in giorni diversi.
    • Variabilità individuale (risultati diversi tra persone diverse):gli intervalli di riferimento vengono in genere stabiliti sottoponendo allo stesso esame molte persone (popolazione di riferimento), di solito omogenee per sesso, età e stato di salute, e calcolando in maniera statistica la media dei risultati e le differenze riscontrabili dalla media nella popolazione di riferimento (deviazione standard). Esistono persone perfettamente sane ma che, per vari motivi, non ricadono all'interno dell'intervallo di riferimento costruito sulla base dei risultati ottenuti nella popolazione di riferimento.
       

    Per questi motivi, un risultato lievemente alterato è, di solito, privo di significato clinico.

    E' pur vero che un risultato alterato potrebbe essere indicativo di qualche problema clinico e quindi potrebbe richiedere un approfondimento diagnostico. Il clinico, sulla base della storia clinica, dell'esame clinico e di altri fattori, può decidere se un risultato al di fuori dell'intervallo di riferimento può essere significativo e quindi richiedere ulteriori approfondimenti o può essere privo d significato clinico.

  • Nel caso in cui la conta dei globuli rossi sia alterata, quali altri esami devono essere eseguiti?

    L'alterazione della conta dei globuli rossi (RBC) può indicare un problema con la produzione o con la vita media degli stessi, ma non è in grado di definirne le cause. Oltre all'emocromo, possono essere richiesti molti esami di approfondimento, utili alla formulazione di una diagnosi:

  • A quale terapia è necessario sottoporsi in caso di alterazione della conta eritrocitaria?

    Per prescrivere la corretta terapia, il clinico deve definire la causa dell'alterazione del numero di globuli rossi (RBC). Per alcuni tipi di anemia, la terapia può prevedere la somministrazione di integratori nutrizionali, mentre per altri, può prevedere la sospensione dell'assunzione di alcuni farmaci. Nei casi più gravi potrebbe essere necessario ricorrere ad una trasfusione di sangue. Esistono inoltre farmaci in grado di stimolare il midollo osseo alla produzione di RBC, in particolare nel caso di persone sottoposte a chemioterapia o radioterapia.

  • La dieta può avere un ruolo nel mantenimento del corretto numero di globuli rossi?

    Sì, una dieta bilanciata può aiutare nella prevenzione dell’anemia dovuta a carenze di ferro, di vitamina B12 o di folati. In caso di rischio di carenze nutrizionali (in modo particolare vitaminiche), potrebbe essere raccomandata l'assunzione di integratori. Tuttavia, la causa più comune di carenza di vitamina B12 è il malassorbimento, e la causa principale di carenza di ferro è il sanguinamento. Queste patologie e altri problemi degli RBC causati da patologie diverse dalle carenze nutrizionali, non possono essere corrette con la dieta.

  • Esistono dei sintomi riconoscibili che possono far pensare a una scarsa o elevata conta di RBC?

    L’affaticamento e la stanchezza possono indicare una conta bassa o alta di globuli rossi (RBC). Svenimenti, pallore, respiro corto, vertigini e/o alterato stato mentale possono indicare una bassa conta di RBC. Visione disturbata, mal di testa e rossore della cute possono essere presenti con un alto numero di RBC.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

Wintrobe's Clinical Hematology. 12th ed. Greer J, Foerster J, Rodgers G, Paraskevas F, Glader B, Arber D, Means R, eds. Philadelphia, PA: Lippincott Williams & Wilkins: 2009, Section 2: The Erythrocyte.

Harmening, D. Clinical Hematology and Fundamentals of Hemostasis, Fifth Edition, F.A. Davis Company, Philadelphia, 2009, Chapter 3.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

Hillman RS and Finch CA. Red Cell Manual (1974). FA Davis, Philadelphia. Pp. 23-51.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp. 797-799.

Henry's Clinical Diagnosis and Management by Laboratory Methods. 21st ed. McPherson R, Pincus M, eds. Philadelphia, PA: Saunders Elsevier: 2007, Chap 31.

(March 1, 2011) National Heart, Lung and Blood Institute. What is Polycythemia vera? Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/public/blood/index.htm. Accessed Sep 2011.

(Aug 1, 2010) National Heart, Lung and Blood Institute. Anemia. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/anemia/. Accessed Sep 2011.

(June 17, 2011) Conrad M. Anemia. Medscape Reference article. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/198475-overview. Accessed Sep 2011.

(August 26, 2011) Harper J. Pediatric Megaloblastic Anemia. eMedicine article. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/959918-overview. Accessed Sep 2011.

(June 8, 2011) Artz A. Anemia in Elderly Persons. eMedicine article. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1339998-overview. Accessed Sep 2011.

(February 9, 2010) Dugdale D. RBC Count. MedlinePlus Medical Encyclopedia. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003644.htm. Accessed Sep 2011.

Riley R, et.al. Automated Hematologic Evaluation. Medical College of Virginia, Virginia Commonwealth University. Available online at http://www.pathology.vcu.edu/education/PathLab/pages/hematopath/pbs.html#Anchor-Automated-47857. Accessed Sep 2011.

Kasper DL, Braunwald E, Fauci AS, Hauser SL, Longo DL, Jameson JL eds, (2005). Harrison's Principles of Internal Medicine, 16th Edition, McGraw Hill, Pp 329-336.

Pagana K, Pagana T. Mosby's Manual of Diagnostic and Laboratory Tests. 3rd Edition, St. Louis: Mosby Elsevier; 2006, Pp 447-448.

Harmening D. Clinical Hematology and Fundamentals of Hemostasis. Fifth Edition, F.A. Davis Company, Piladelphia, Chapter 3.

Maakaron, J. et. al. (Updated 2014 October 29). Anemia. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/198475-overview. Accessed November 2014

Lehman, C. and Straseski, J. (Updated 2014 February). Anemia. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Anemia.html?client_ID=LTD#tabs=0. Accessed November 2014

Gersten, T. (Updated 2014 February 24). RBC count. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003644.htm. Accessed November 2014

(2012 May 18). Anemia. National Heart Lung and Blood Institute [On-line information]. Available online at http://www.nhlbi.nih.gov/health/health-topics/topics/anemia/. Accessed November 2014

Kahsai, D. (Updated 2013 August 2). Acute Anemia. Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/780334-overview. Accessed November 2014

Curry, C. (Updated 2012 February 3). Erythrocyte Count (RBC). Medscape Drugs & Diseases [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/2054474-overview. Accessed November 2014

Pagana, K. D., Pagana, T. J., and Pagana, T. N. (© 2015). Mosby's Diagnostic & Laboratory Test Reference 12th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 785-791.