LTOTests

Esame Micologico

Noto anche come: Test micologico molecolare, Esame micologico colturale, Esame micologico microscopico
Nome ufficiale: Test micologico colturale, Esame sierologico per la ricerca di antigeni di miceti e anticorpi anti-miceti
Ultima Revisione: 07.09.2019
Ultima Modifica: 07.12.2019

Revisore:

Dr.ssa Margherita Scapaticci, Laboratorio Analisi, Ospedale San Camillo

Dr. Treviso Andrea Bartolini, Laboratorio Analisi, Ospedale San Bassiano, Azienda ULSS7 Pedemontana

In Sintesi

Perché?

Per rilevare un’infezione da funghi o miceti, per determinare quale o quali specie di funghi o miceti è responsabile dell’infezione e come supporto alle scelte terapeutiche.

Quando?

Nel caso in cui il clinico sospetti la presenza di un’infezione micotica (micosi) della pelle o degli annessi cutanei (dermatologica), delle mucose, dei polmoni o sistemica; talvolta dopo il trattamento per verificarne l’efficacia.

Il campione

Il campione utilizzato dipende dalla sede della sospetta infezione. Alcuni esempi includono: campioni ottenuti dal raschiamento della pelle, campioni di unghie o capelli, tampone vaginale, fluidi biologici (urine), sangue e/o campioni bioptici di tessuti.

La preparazione

Evitare l’utilizzo di creme antimicotiche nella settimana precedente al prelievo se questo viene effettuato direttamente sulla lesione. In generale è raccomandata la sospensione della terapia antimicotica (locale e non) nella settimana precedente all’esecuzione dell’esame colturale.

L'Esame

I funghi (o miceti) sono dei microrganismi che possono infettare soggetti sani (patogeni obbligati) oppure soggetti con fattori di rischio (patogeni opportunisti). Possono esistere in natura sotto forma di lieviti (organismi monocellulari) o come muffe (organismi pluricellulari) caratterizzate dalla presenza di ramificazioni filamentose. Essi fanno parte per lo più della flora microbica residente nell’uomo, nell’animale e nel terreno.

I test micologici rilevano le infezioni e talvolta identificano i funghi responsabili al fine di guidarne il trattamento terapeutico.

Le infezioni micotiche possono essere superficiali (come quelle della pelle) o, più gravemente, possono interessare gli organi interni (frequentemente i polmoni, ma anche il cuore, le articolazioni, ecc), oppure essere sistemiche (disseminate).

Le infezioni micotiche superficiali sono molto comuni. Esse comprendono le dermatofitosi, infezioni della pelle o delle unghie che possono generare zone pruriginose, rosse e squamose, come quelle note comunemente come piede dell’atleta (o tigna). Solo raramente sono in grado di diffondere negli organi interni, soprattutto in condizioni immunologiche particolari, e causare infezioni profonde. Anche la candida, che è un fungo opportunista, può causare infezioni superficiali, ad esempio in bocca, con la comparsa di piccole chiazze bianche disseminate

 

soprattutto sulla lingua, a volte anche su palato, gengive e guance (mughetto) o nella vagina, dove è causa di secrezioni vaginali biancastre. Si stima che circa il 70% delle donne ha abbia sofferto nella vita di almeno un episodio di candidosi vaginale.

Le infezioni polmonari micotiche originano tipicamente dall’inalazione accidentale di spore. I pazienti immunocompromessi, come quelli affetti da HIV/AIDS o che hanno ricevuto un trapianto d’organo, i pazienti in rianimazione e i pazienti con comorbidità importanti come il diabete o altre malattie polmonari, hanno un rischio aumentato di sviluppare gravi infezioni micotiche sistemiche e/o ricorrenti.

I test micologici sono utilizzati spesso per rilevare ed identificare i funghi al fine di effettuare una diagnosi e guidare il clinico nelle scelte terapeutiche. L’esame microscopico, o esame micologico diretto, è sicuramente il test più rapido e meno costoso da eseguire in caso di sospetta dermatofitosi, sebbene esso sia dotato di una sensibilità operatore dipendente e permetta solo una diagnosi presuntiva di dermatofitosi che deve sempre essere confermata dai successivi risultati degli esami colturali, anche per poter escludere false negatività. L’esame consiste nell’osservazione diretta al microscopio del materiale clinico con sospetta infezione (squame, capelli, peli, unghie opportunamente prelevati dal personale sanitario addetto), previo trattamento del materiale con miscele chiarificanti. Un ulteriore test diretto consiste nell’utilizzo di sostanze chiarificanti con l’aggiunta di fluorocromi (ad esempio il calcofluor – white) che però necessita di osservazione al microscopio in fluorescenza.

Tuttavia, in caso di infezioni persistenti, profonde o sistemiche, si rende necessaria una diagnosi più accurata. In questi casi, quindi, l’esame microscopico può essere seguito da ulteriori indagini di laboratorio come l’esame colturale (che rappresenta ancora il “gold standard” diagnostico), il test di sensibilità (cosiddetto “antimicogramma” da utilizzare solo nel caso d'infezioni invasive), i test sierologici per la ricerca di antigeni o anticorpi specifici e i test molecolari per la rilevazione del materiale genetico.

Come e Perchè

Come viene raccolto il campione per il test?

Il tipo di campione e il metodo di raccolta del campione dipendono e dalla sede interessata dall’infezione. Nel caso d'infezioni superficiali, il campione può essere raccolto tramite raschiamento della pelle, taglio di unghie o capelli, raccolta di secrezioni vaginali tramite l’utilizzo di un tampone o raccolta dell'urina. Per le infezioni profonde, d’organo o sistemiche, il campione può essere rappresentato da un campione d'urina, un prelievo di sangue, un campione di espettorato e/o un campione bioptico. Il sospetto di meningite prevede invece l’esecuzione delle analisi (colturali, antigene o anticorpi) su un campione di liquido cefalorachidiano.

Domande Frequenti

In presenza di tosse o febbre è necessario informare il proprio medico curante riguardo eventuali viaggi o attività svolte nel periodo precedente?

Alcuni funghi sono maggiormente diffusi in alcune specifiche aree geografiche. Anche la visita di grotte o cave può aumentare il rischio di esposizione ad alcune spore. Alcune infezioni micotiche polmonari possono manifestarsi anche dopo mesi dall’esposizione all’agente patogeno, pertanto è bene sempre informare il proprio medico anche riguardo a viaggi effettuati in passato.

Fonti

Fonti utilizzate nella revisione corrente

Percorso Diagnostico: Micosi profonde e sistemiche. Comitato di Studio per la Micologia –CoSM 2015

New Concepts in Diagnostics for Invasive Mycoses: Non-Culture-Based Methodologies. Thomas

F. Patterson * and J. Peter Donnelly Division of Infectious Diseases, San Antonio Center for Medical Mycology, The University of Texas Health Science Center at San Antonio and the South

 

Texas Veterans Health Care System, 17 January 2019

Centers for Disease Control and Prevention (December 2, 2014 updated). Types of Fungal Diseases. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/index.html. Accessed August 27, 2016.

Blackwell M. The Fungi: 1, 2, 3.... 5.1 Million Species? American Journal of Botany. 2011; 98(3):

426–438.

American Thoracic Society (October 2013 updated). Aspergillosis. Available online at http://www.thoracic.org/patients/patient-resources/resources/aspergillosis.pdf. Accessed September 5, 2016.

American Thoracic Society (October 2013 updated). Candida Infection of the Bloodstream– Candidemia. Available online at http://www.thoracic.org/patients/patient- resources/resources/candidemia.pdf. Accessed September 5, 2016.

American Thoracic Society (October 2013 updated). Coccidiodomycosis. Available online at http://www.thoracic.org/patients/patient-resources/resources/coccidioidomycosis.pdf. Accessed September 5, 2016.

American Thoracic Society (October 2013 updated). Histoplasmosis. Available online at http://www.thoracic.org/patients/patient-resources/resources/histoplasmosis.pdf. Accessed September 5, 2016.

Mayo Medical Laboratories. Aspergillus (Galactomannan) Antigen, Serum. Available online at http://www.mayomedicallaboratories.com/test-catalog/Overview/84356. Accessed September 5, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (November 13, 2015 updated.) Aspergillosis. Available online at: http://www.cdc.gov/fungal/diseases/aspergillosis/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (December 28, 2015 updated.) Blastomycosis. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/blastomycosis/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (June 12, 2015 updated.) Candidiasis. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/candidiasis/index.html. Accessed August 27, 2016.

 

Centers for Disease Control and Prevention (February 13, 2014 updated.) Genital/Vulvovagial Candidiasis (VVC). Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/candidiasis/genital/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (June 12, 2015 updated). Invasive Candidiasis. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/candidiasis/invasive/index.html.

Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (June 29, 2015 updated). Valley Fever (Coccidioidomycosis). Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/coccidioidomycosis/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (November 28, 2015 updated). C.

neoformans Infection. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/cryptococcosis- neoformans/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (December 16, 2015 updated). C. gatti Infection. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/cryptococcosis-gattii/index.html.

Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (November 21, 2015 updated.) Histoplasmosis. Available online at http://www.cdc.gov/fungal/diseases/histoplasmosis/index.html. Accessed August 27, 2016.

Centers for Disease Control and Prevention (February 13, 2014 updated.) Pneumocystis Pneumonia. Available online at

http://www.cdc.gov/fungal/diseases/pneumocystis-pneumonia/index.html. Accessed August 27, 2-16.

Related Articles

sibioc white

Seguici su:

Farmacia online
© 2024 Labtestsonline. SIBIOC – MEDICINA DI LABORATORIO - Via Libero Temolo 4, 20126 Milano - C.F. 97012130585 - P.I. 06484860967 | Privacy Policy | Cookie Policy | WEB