Noto anche come
WNV
Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 28.08.2018.

Cos'è il virus West Nile?

Il virus West Nile (WNV) causa una malattia infettiva scoperta per la prima volta in Uganda, Africa, nel 1937. Da qui si è poi diffusa in Medio Oriente, Europa, Asia occidentale e negli Stati Uniti. In Italia, il primo focolaio epidemico veterinario si è verificato nel 1998 e, nel 2008, sono stati segnalati casi anche nell'uomo (9 casi).

Dopo il focolaio del 1998, il Ministero della Salute ha attivato il “Piano di sorveglianza nazionale per la Encefalomielite di tipo West Nile (West Nile Disease)” in ambito veterinario allo scopo di rilevare e monitorare l'introduzione del WNV in territorio italiano. A causa delle mutate condizioni epidemiologiche, nel corso degli anni, il Piano di Sorveglianza è stato modificato fino all'introduzione, nel 2016, della sorveglianza anche in ambito umano, sotto controllo del Dipartimento delle Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità e con la collaborazione dell'European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) [per maggiori dettagli si rimanda alla pagina del "Centro Studi Malattie Esotiche (CESME) - Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise "G. Caporale"]. Nel 2017 sono stati confermati 55 casi di infezioni da WNV.

Il WNV appartiene ad una famiglia di virus conosciuti come flaviviridae, genere Flavivirus. Si tratta di un virus a RNA, mantenuto principalmente in natura grazie alla trasmissione tra zanzara e uccello ma con la possibilità di infettare anche altri animali, come i cavalli, o l'uomo. Infatti, il morso operato da una zanzara su un uccello infetto, introduce il virus nella zanzara stessa che, dopo un certo periodo, può trasmettere l'infezione pungendo un altro uccello o, talvolta, anche altri animali o l'uomo. E' stato stimato che circa una zanzara ogni 200 trasporti il virus. Le analisi genetiche effettuate hanno avvalorato l'ipotesi che l'origine dei focolai italiani possa essere attribuita alla migrazione di uccelli a partire dall'Africa sud-sahariana ed altre aree endemiche.

Sebbene il modo più comune di trasmissione sia attraverso la puntura della zanzara, la trasmissione da uomo a uomo non può essere esclusa. Esistono casi di trasmissione del WNV da un individuo all'altro attraverso donazioni di sangue, trapianti d'organo e raramente da madre a figlio durante la gravidanza, il parto o attraverso il latte materno. Per questo motivo, il test per il WNV è parte dei test di screening obbligatori eseguiti su ciascuna unità di sangue donata, prima del suo utilizzo.

Nella maggior parte delle persone infettate dal WNV, i sintomi sono lievi (simil-influenzali) o assenti. In meno dell'1% dei casi è possibile sviluppare una sintomatologia neurologica con meningite, encefalite, poliomielite.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Segni e Sintomi

    Circa l'80% delle persone infettate con il virus West Nile (WNV) sono asintomatiche. Circa il 20% delle persone manifesta segni e sintomi parainfluenzali che compaiono da 3 a 14 giorni dopo la puntura dell'insetto infetto. Questi possono includere:

    • Febbre
    • Nausea, vomito
    • Cefalea
    • Dolori muscolari
    • Eruzioni cutanee sul torace, addome e schiena
    • Linfonodi ingrossati
       

    Questi sintomi tipicamente durano per pochi giorni o qualche settimana ma non hanno effetti a lungo termine sulla salute.

    Meno dell'1% (circa 1 su 150) degli individui infetti, sviluppa una malattia più grave con coinvolgimento del sistema nervoso centrale. Questo può portare ad una grave encefalite (infiammazione dell'encefalo) e/o a meningite (infiammazione del rivestimento dell'encefalo e del midollo spinale). I segni e sintomi includono:

    • Febbre alta
    • Cefalea
    • Estrema debolezza muscolare
    • Rigidità del collo
    • Incoscienza, disorientamento
    • Tremori, convulsioni
    • Perdita della vista
    • Coma
    • Intorpidimento e, raramente, paralisi

    Questi segni e sintomi possono durare alcune settimane e danneggiare permanentemente il sistema nervoso centrale. Il tasso di mortalità in questi casi è di circa il 10% ed è più alto tra gli anziani. Le persone con un sistema immunitario compromesso o con patologie concomitanti come diabete, malattie renali o ipertensione, sono a maggior rischio di sviluppare la sintomatologia grave.

  • Esami

    La diagnosi di infezione da WNV in un paziente di solito è eseguita analizzando i sintomi e la possibilità di esposizione, ed è confermata analizzando il sangue e il liquido cefalorachidiano.

    L'esame per il WNV è utilizzato per determinare se un individuo è stato recentemente infettato, o ha un'infezione in atto, da WNV. È anche utilizzato per analizzare le unità di sangue a scopo trasfusionale o per tracciare la diffusione di WNV in una comunità o in un Paese, a scopo epidemiologico.

    I test disponibili sono:

    • Misura degli anticorpi prodotti dall'organismo in risposta al WNV (IgM e IgG)
    • Test di amplificazione dell'acido nucleico (NAAT) di WNV per la ricerca del materiale genetico virale (RNA)
  • Prevenzione e Trattamento

    La prevenzione per l'infezione da virus West Nile (WNV) riguarda perlopiù la prevenzione dalla puntura di zanzara, che prevede:

    • Utilizzo di repellenti
    • Abbigliamento protettivo con pantaloni e maniche lunghi
    • Permanenza in casa o in luoghi chiusi nelle ore nelle quali le zanzare sono in maggior attività (alba e tramonto)
    • Eliminazione di acqua stagnante che potrebbe attirare le zanzare a favorirne la moltiplicazione
       

    Gli organi pubblici devono inoltre attuare le necessarie politiche di disinfestazione e diminuzione della diffusione delle zanzare, nelle stagioni interessate.

    Il trattamento dell'infezione da WNV è attualmente focalizzato sulla gestione dei sintomi. Nei casi gravi, può essere necessario il ricovero ospedaliero.

    Al momento non sono disponibili né vaccini né farmaci antivirali efficaci per l'uomo. Sono tuttavia in fase di ricerca e sperimentazione alcuni vaccini molto promettenti. Esistono infatti altri vaccini per virus appartenenti alla famiglia dei flaviviridae, come il virus della febbre gialla, disponibili da ormai 70 anni, efficaci e sicuri. Inoltre dal luglio del 2009 in Italia sono disponibili vaccini per gli equini, utili a limitare la diffusione del virus.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

(2013 June 14). West Nile Virus in the United States: Guidelines for Surveillance, Prevention, and Control. Centers for Disease Control and Prevention [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/westnile/resources/pdfs/wnvGuidelines.pdf through http://www.cdc.gov. Accessed May 2014.

Cunha, B. (2013 December 17). West Nile Encephalitis. Medscape Reference [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/234009-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed May 2014.

Lindsey, N. et. al. (2013). West Nile Virus and Other Arboviral Diseases United States, 2012. Medscape Multispecialty from Morbidity and Mortality Weekly Report. 2013;62(25):513-517. [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/807540 through http://www.medscape.com. Accessed May 2014.

Delgado, J. and Hillyard, D. (Updated 2013 November). Arboviruses. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Arboviruses.html?client_ID=LTD through http://www.arupconsult.com. Accessed May 2014.

Murray, K. et. al. (2013). West Nile Virus, Texas, USA, 2012. Medscape Multispecialty from Emerging Infectious Diseases. 2013;19(11):1836-1838. [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/819868 through http://www.medscape.com. Accessed May 2014.

Salinas, J and Steiner, M. (Updated 2012 January 18). West Nile Virus. Medscape Multispecialty [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/312210-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed May 2014.

Pittman, M. et. al. (2013 June 24). Recognition and Management of West Nile Virus in the ED. Medscape Multispecialty [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/804206 through http://www.medscape.com. Accessed May 2014.

Fonti utilizzate nelle revisioni precedenti

American Association of Blood Banks. "Risk of West Nile Virus (WNV) Infection by Blood Transfusion." Press Release: September 5, 2002.

Brown, David. "Virus Test May be Ready by Summer ’03: West Nile Risk May Make Screening of Blood a Widespread Necessity." The Washington Post, September 25, 2002: A2.

Centers for Disease Control and Prevention: West Nile Virus Basics. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/index.htm through http://www.cdc.gov.

National Institutes of Health: West Nile Virus Information. Available online at http://www.nih.gov/news/westnile.htm through http://www.nih.gov.

National Institute of Allergy and Infectious Diseases. Fact Sheet: Research on West Nile Virus. Available online at http://www.niaid.nih.gov/factsheets/westnile.htm through http://www.niaid.nih.gov.

S Petersen LR, Roehrig JT, and Hughes JM. "Perspective: West Nile Virus Encephalitis." The New England Journal of Medicine, 347(16):1225-1226, October 17, 200. Abstract available online at http://content.nejm.org/cgi/content/abstract/NEJMp020128v1?eaf through http://content.nejm.org.

Weiss, Rick. "Organ Recipients Had Virus: West Nile's Presence Also Raises Blood Supply Concerns." The Washington Post, September 4, 2002: A1, A6.

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (© 2007). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 8th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO. Pp 1001-1002.

Wu, A. (2006). Tietz Clinical Guide to Laboratory Tests, Fourth Edition. Saunders Elsevier, St. Louis, Missouri. Pp 1626.

(2007 August 28). FDA Approves Second West Nile Screening Test for Donated Blood and Organs. FDA News [On-line press release]. Available online at http://www.fda.gov/bbs/topics/NEWS/2007/NEW01691.html through http://www.fda.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 March 2). FDA Approves First Fully Automated Test to Screen for west Nile virus in Blood and Tissue Donors. FDA News [On-line press release]. Available online at http://www.fda.gov/bbs/topics/NEWS/2007/NEW01578.html through http://www.fda.gov. Accessed on 9/09/07.

(2006 August 25). Recommendations for Protecting Laboratory, Field, and Clinical Workers from West Nile Virus Exposure. National Institute for Occupational Safety and Health [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/niosh/topics/westnile/reclab.html through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2005 September 4). What You Need to Know about Mosquito Repellent. CDC West Nile Virus Fact Sheet [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/mosquitorepellent.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2005 September 27). West Nile Virus Fact Sheet. CDC West Nile Virus Fact Sheet [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/wnv_factsheet.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 August 1, Reviewed). Testing and Treating West Nile Virus in Humans. CDC Questions and Answers [On-line information]. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/qa/testing_treating.htm through http://www.cdc.gov. Accessed on 9/09/07.

(2007 June 22). West Nile Virus Sequelae Can Be Long-Term. Medscape Reuters Health Information [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/558721 through http://www.medscape.com. Accessed on 9/09/07.

Murray, K. et. al. (2007 April 05). Depression after Infection with West Nile Virus. Medscape from Emerg Infect Dis. 2007;13(3):479-481. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/554199 through http://www.medscape.com. Accessed on 9/09/07.

(2007 May 1). West Nile virus. MayoClinic.com [On-line information]. Available online through http://www.mayoclinic.com. Accessed on 9/09/07.

Salinas, J. and Steiner, M. (Updated November 6). West Nile Virus. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/312210-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed November 2010.

Cunha, B. (Updated 2010 October 18). West Nile Encephalitis. eMedicine [On-line information]. Available online at http://emedicine.medscape.com/article/234009-overview through http://emedicine.medscape.com. Accessed November 2010.

Lindsey, N. et. al. (2010 September 13). West Nile Virus Activity — United States, 2009. Medscape Today from Morbidity & Mortality Weekly Report. 2010;59(25):769-772. © 2010 Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/725089 through http://www.medscape.com. Accessed November 2010.

Mayo Clinic Staff (2010 June 26) West Nile virus. MayoClinic.com [On-line information]. Available online at http://www.mayoclinic.com/health/west-nile-virus/DS00438/METHOD=print through http://www.mayoclinic.com. Accessed November 2010.

Dugdale, D. (Updated 2010 September 15). West Nile virus. MedlinePlus Medical Encyclopedia [On-line information]. Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/007186.htm. Accessed November 2010.

Neitzel, D. et. al. (2009 August 11). False-Positive Results with a Commercially Available West Nile Virus Immunoglobulin M Assay --- United States, 2008. Medscape Today from Morbidity & Mortality Weekly Report. 2009;58(17):458-460. © 2009 Centers for Disease Control and Prevention (CDC) [On-line information]. Available online at http://www.medscape.com/viewarticle/706830 through http://www.medscape.com. Accessed November 2010.

Hillyard, D. et. al. (Updated 2010 January). Arboviruses. ARUP Consult [On-line information]. Available online at http://www.arupconsult.com/Topics/Arboviruses.html?client_ID=LTD through http://www.arupconsult.com. Accessed November 2010.

(December 28, 2010) Centers for Disease Control and Prevention. West Nile Virus. Available online at http://www.cdc.gov/ncidod/dvbid/westnile/index.htm through http://www.cdc.gov. Accessed February 2010.