Ultima Revisione:
Ultima Modifica: 26.09.2017.

Cos'è la malnutrizione?

Malnutrizione è uno squilibrio tra la quantità di cibo e di altri nutrienti di cui l'organismo ha bisogno e la quantità che sta ricevendo. Questo squilibrio è più frequentemente associato a scarso nutrimento, il punto fondamentale di questo articolo, ma può anche essere dovuto ad abbondante nutrimento.

L'abbondante nutrimento cronico può portare ad obesità e a sindrome metabolica, un gruppo di fattori di rischio caratterizzato da obesità addominale, una diminuita capacità di metabolizzare il glucosio (insulino- resistenza), dislipidemia (alterati livelli di lipidi), e ipertensione. Si è visto che quelli con sindrome metabolica sono a grande rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare. Un'altra forma di malnutrizione relativamente poco comune è la tossicità da vitamine e minerali. Generalmente ciò è dovuto ad un eccessivo supplemento , per esempio, di alte dosi di vitamine liposolubili come la Vitamina A piuttosto che all'ingestione del cibo. I sintomi di tossicità dipendono dalla sostanza (e) ingerita (e), l' abbondanza della dose, e se la stessa è acuta o cronica.

La malnutrizione si verifica quando uno o più nutrienti essenziali non sono presenti nella quantità che è necessaria per l'organismo per svilupparsi e funzionare normalmente.Ciò può essere dovuto ad apporto insufficiente, aumentate perdite, aumento di richiesta, o a malattia o patologia che diminuisce la capacità dell'organismo a digerire ed assorbire nutrienti dal cibo disponibile. Mentre la necessità per una nutrizione adeguata è una costanza, le richieste dell'organismo potranno variare, sia giornalmente che annualmente.

Durante infanzia, adolescenza e gravidanza un supporto nutritivo aggiuntivo è cruciale per una crescita normale e per lo sviluppo. Una grave carenza di cibo porterà ad una malattia nei bambini chiamata marasma che è caratterizzata da un corpo sottile e una crescita ritardata. Se sono introdotte abbastanza calorie, ma il cibo è carente di proteine, un bambino può sviluppare kwashiorkor- una malattia caratterizzata da edema (ritenzione idrica), fegato ingrossato, apatia, e ritardo nella sviluppo. Carenze di specifiche vitamine possono interessare la formazione di ossa e tessuti. Una carenza di vitamina D, per esempio, può interessare la formazione delle ossa- causando rachitismo nel bambino e malattia delle ossa nell'adulto, mentre una deficienza di acido folico durante la gravidanza può causare difetti alla nascita.

Malattie acute come interventi chirurgici, gravi ustioni, infezioni, e traumi possono drasticamente aumentare le richieste nutritive a breve termine. Quei pazienti che sono stati malnutriti per qualche periodo possono aver compromesso il sistema immunitario e avere una prognosi infausta. Essi frequentemente impiegano più tempo a guarire da un intervento chirurgico e devono trascorrere più giorni in ospedale. Per questa ragione, molti medici effettuano uno screening e poi controllano lo status nutritivo dei pazienti ospedalizzati. I pazienti che subiscono interventi sono frequentemente controllati sia prima dell'intervento che durante il ricovero.

Malattie croniche possono essere associate con perdite di nutrienti, richiesta di nutrienti, e con malassorbimento (l'incapacità dell'organismo di usare uno o più nutrienti disponibili). Malassorbimento si può verificare con malattie croniche quali malattia celiaca, fibrosi cistica, insufficienza pancreatica, ed anemia perniciosa. Un'aumentata perdita di nutrienti si può osservare in malattia renale cronica, diarrea, ed emorragia. Qualche volta sia malattie che terapie possono causare malnutrizione per diminuito nutrimento. Esempi di ciò sono diminuito appetito, difficoltà a deglutire, e nausea associati sia con cancro (e chemioterapia) sia con HIV/ AIDS (e farmaci di terapia). Aumentate perdite e malassorbimento, e diminuito nutrimento si possono anche osservare in pazienti che usano droghe e/o alcool cronicamente.

Pazienti anziani hanno bisogno di poche calorie ma continuano a richiedere un adeguato supporto nutrizionale. Essi sono spesso meno capaci di assorbire nutrienti dovuto in parte alla diminuita produzione di acido nello stomaco e più probabilmente hanno uno più alimenti che possono alterare lo status nutrizionale. Allo stesso tempo, possono avere maggior difficoltà a preparare i pasti e possono avere minor accesso alla varietà di cibi. I pazienti più anziani frequentemente mangiano poco per appetito diminuito, diminuito senso dell'odore, e/o difficoltà meccanica a masticare e deglutire.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Segni e Sintomi

    La malnutrizione spesso si sviluppa lentamente, dopo mesi o anni. Quando le riserve di nutrienti dell'organismo vengono consumate, cominciano a verificarsi cambiamenti a livello cellulare, alterando processi biochimici e diminuendo la capacità dell'organismo a combattere le infezioni. Nel frattempo, una varietà di sintomi possono iniziare a manifestarsi, includendo:

    • Anemia
    • Perdita di peso, diminuita massa muscolare, e debolezza
    • Pelle secca
    • Edema (gonfiore dovuto alla mancanza di proteine)
    • Capello che ha perso il colore
    • Unghie sgretolabili e malformate (a cucchiaio)
    • Diarrea cronica
    • Lenta guarigione delle ferite
    • Dolore ad ossa e articolazioni
    • Ritardo nella crescita (nei bambini)
    • Cambiamenti mentali come confusione e irritabilità
    • Gozzo (tiroide ingrandita)


    Specifiche carenze nutritive possono causare sintomi caratteristici. Per esempio, la carenza di vit B12 può portare a formicolio,addormentamento, e bruciore a mani e piedi (dovuto al danno dei nervi), una carenza di vit A può causare cecità notturna e aumentata sensibilità alla luce, e una carenza di vit D può causare dolore e malformazione alle ossa.La gravità dei sintomi dipende dall'intensità e la durata della carenza. Alcuni cambiamenti, come a ossa e nervi, possono essere irreversibili.

  • Esami

    La malnutrizione spesso sarà evidente all'occhio esperto del medico prima di causare significative alterazioni nei test di laboratorio. Durante la visita medica, i medici potranno valutare complessivamente l'aspetto del paziente: la loro pelle e il tono muscolare, la quantità di grasso corporeo che hanno, la loro altezza e il loro peso, e le loro abitudini alimentari.Nel caso di neonati e bambini, i medici guarderanno che ci sia il normale accrescimento e la normale velocità di crescita.

    Se hanno segni di malnutrizione, il medico può richiedere generici test di screening di laboratorio per valutare le cellule del sangue del paziente e la funzionalità degli organi. Ulteriori test individuali possono esser richiesti per valutare carenze di specifiche vitamine e minerali. Se sono diagnosticate la malnutrizione in generale e/o specifiche deficienze, successivamente test di laboratorio possono esser usati per monitorare la risposta alla terapia. Una persona che manifesta malnutrizione a causa di una malattia cronica può aver bisogno di avere lo status nutrizionale monitorato regolarmente.

    I pazienti ospedalizzati spesso sono valutati circa lo status nutritivo prima o al momento del ricovero. Queste valutazioni possono includere la storia clinica , un colloquio con un dietologo, test di laboratorio. Se i risultati indicano possibili carenze, i pazienti possono esser nutriti prima dell'intervento o procedura clinica ed essere monitorati con regolarità durante il ricovero.

    Esami di laboratorio 

    Screening generale e monitoraggio:

    • Lipidi
    • Emocromo
    • Pannello metabolico
    • Albumina
    • Proteine totali

     

    Status nutritivo e carenze:

    • Prealbumina (è bassa in malnutrizione, aumenta e diminuisce rapidamente e può essere usata per valutare la risposta alla terapia a breve termine)
    • Test del ferro (come ferro, TIBC e ferritina)
    • Vitamine e minerali (come B12 e folati, Vitamina D, Vitamina K, calcio e magnesio)

    Esami strumentali

    Tomografie e radiografie possono esser richiesti per aiutare a stimare la salute di organi interni e la normale crescita e sviluppo di muscoli e ossa. Questi test sono:

    • Raggi X
    • CT (tomografia computerizzata)
    • MRI (risonanza magnetica)
  • Trattamento

    Il trattamento per malnutrizione include:

    • Reintegrazione dei nutrienti mancanti, consumo di cibi ricchi di nutrienti disponibili, e rifornimento di nutrienti per specifiche carenze. In qualcuno gravemente malnutrito, ciò deve esser fatto gradualmente fino a che l'organismo abbia avuto il tempo di adattarsi al consumo aumentato e successivamente deve esser mantenuto ad un livello più alto del normale fino a che non sia raggiunto un peso normale o vicino la normalità.
    • Regolare il monitoraggio di quei pazienti che hanno malattie croniche di malassorbimento o patologie che causano perdita di proteine o nutrienti. Una volta che le carenze sono state colmate, si mette a punto un programma di trattamento dove è necessario per prevenire malnutrizione ricorrenti.

     

    Far fronte a questioni sociali, psicologiche, educative e finanziarie che possono esser la causa o peggiorare una condizione di malnutrizione, come l'accesso al cibo.

Fonti

NOTA: Questa sezione è basata sulla ricerca che utilizza le fonti qui citate insieme all’esperienza collettiva della Revisione Editoriale di Lab Tests Online. Questa sezione è periodicamente rivista dalla Revisione Editoriale e può essere aggiornata come risultato della revisione. Ogni nuova fonte citata sarà aggiunta alla lista e distinta dalle fonti originali.


S1
Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary. F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition].

S2
Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

S3
Malnutrition in the Elderly [9 paragraphs]. Nutrition Screening Initiative [On-line information]. Available FTP: http://www.aafp.org/x16093.xml

S4
Beck, F. and Rosenthal, T. (2002 April 15). Prealbumin: A Marker for Nutritional Evaluation [24 paragraphs]. American Family Physician [On-line journal]. Available FTP: http://www.aafp.org/afp/20020415/1575.html

S5
Beck, F. and Rosenthal, T. (2002 April 15). Evaluation and Treatment of Weight Loss in Adults with HIV Disease [24 paragraphs]. American Family Physician [On-line journal]. Available FTP: http://www.aafp.org/afp/20020415/1575.html

S6
Krugman, S. and Dubowitz, H. (2003 September 1). Failure to Thrive [21 paragraphs]. American Family Physician [On-line journal]. Available FTP: http://www.aafp.org/afp/20030901/879.html

S7
Chapter 2. Malnutrition [60 paragraphs]. Merck Manual of Diagnosis and Therapy, Section 1. Nutritional Disorders [On-line journal]. Available FTP: http://www.merck.com/mrkshared/mmanual/section1/chapter2/2a.jsp

S8
Evans, W. (2001 September 24). Aging and Malnutrition: Treatment Guidelines [42 paragraphs]. Medscape Today, Clinical Update [On-line information and CME]. Available FTP: http://www.medscape.com/viewprogram/715

S9
Polsdorfer, J. Starvation [9 paragraphs]. AccessMed Health Information Library [On-line information]. Available FTP: http://www.ehendrick.org/healthy/

S10
Demling, R. and DeSanti, L. (2001). Involuntary Weight Loss and Protein-Energy Malnutrition: Diagnosis and Treatment [44 pages]. Medscape Today, Clinical Update [On-line information and CME]. Available FTP: http://www.medscape.com/viewprogram/713

S11
Fyke, M. Malnutrition [25 paragraphs]. AccessMED Health Information Library [On-line information]. Available FTP: http://www.ehendrick.org/healthy/000871.htm

S12
Webner, D. (2003 September 8, Updated). Malnutrition [12 paragraphs]. MEDLINEplus Health Information, Medical Encyclopedia [On-line information]. Available FTP: http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000404.htm