Ultima Revisione:
Ultima Modifica:
24.04.2018.

Cosa sono le malattie ipofisarie?

Le malattie ipofisarie sono patologie causate dalla presenza di quantità eccessive o insufficienti di ormoni di origine ipofisaria. Questi sintomi possono essere causati anche dalla presenza di un tumore ipofisario, responsabile di un’azione di compressione dei tessuti circostanti.

L’ipofisi, o ghiandola pituitaria, è una ghiandola appartenente alla complessa rete che costituisce il sistema endocrino. Essa produce ormoni in grado di influenzare molteplici processi nell’organismo.

Si tratta di una ghiandola delle dimensioni di un pisello, situata alla base del cranio dietro le cavità nasali, sotto l’ipotalamo. L’ipotalamo, in continua comunicazione con altre porzioni dell’encefalo e con tutto l’organismo, produce ormoni in grado di regolare l’attività ipofisaria e, di conseguenza, molteplici attività di tutto l’organismo. Gli ormoni prodotti al livello ipofisario, infatti, sono in grado di stimolare altre ghiandole alla produzione di molteplici ormoni.

L’ipofisi è costituita essenzialmente da due porzioni: anteriore (adenoipofisi) e posteriore (neuroipofisi).  Ciascuna porzione produce ormoni differenti:

  • Ipofisi anteriore (adenoipofisi): produce l’ormone della crescita (GH), l’ormone adrenocorticotropo (ACTH), l’ormone tireostimolante (TSH), l’ormone luteinizzante (LH), l’ormone follicolo-stimolante (FSH) e la prolattina. Questi ormoni regolano la crescita ossea, la massa muscolare, la risposta dell’organismo allo stress, la glicemia, il tasso metabolico (ritmo al quale l’organismo produce energia), lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari e la fertilità. Ciascun ormone agisce su specifici tessuti presenti in tutto l’organismo, inclusa la ghiandola tiroidea, le ghiandole surrenali e le gonadi maschili e femminili (testicoli e ovaie).
  • Ipofisi posteriore (neuroipofisi): immagazzina l’ossitocina e l’ormone antidiuretico (ADH), prodotti nell’ipotalamo. L’ADH controlla il rilascio di acqua da parte dei reni, regolando così l’equilibro idrico dell’organismo. L’ossitocina stimola la contrazione dell’utero durante il parto e, dopo la nascita, stimola il rilascio di latte durante l’allattamento.
     

Le patologie a carico dell’ipofisi determinano la produzione di quantità eccessive o insufficienti di questi ormoni; le conseguenze possono essere molteplici e i sintomi dipendono dall’ormone interessato e dai tessuti colpiti.

Accordion Title
Approfondimenti
  • Cause

    La presenza di una massa tumorale rappresenta la causa più frequente di disordini a carico dell’ipofisi. Sebbene la maggior parte dei tumori siano benigni (adenomi ipofisari), questi comportano la produzione eccessiva di specifici ormoni ipofisari e la riduzione della produzione degli altri comprimendo i tessuti circostanti. I vasi ematici e i nervi ottici sono molto vicini alla ghiandola pituitaria. Di conseguenza, la pressione esercitata dalla massa tumorale determina cefalea, problemi alla vista (inclusa perdita della vista), fatica, debolezza e convulsioni, oltre ad altri segni e sintomi dovuti all’alterazione del rilascio degli ormoni ipofisari.

    Altre cause di patologie ipofisarie includono:

    • Mutazioni genetiche ereditarie
    • Patologie congenite
    • Trauma cranico
    • Carenza o assenza di apporto ematico all’ipofisi
    • Trattamenti chirurgici o radioterapia dovuti a precedenti patologie ipofisarie
    • Tumori maligni (rari)
    • Cause ignote o non ben conosciute
    • Accumulo di ferro dovuto a emocromatosi o a trasfusioni ematiche frequenti
  • Esempi di malattie ipofisarie
    Esempi di malattie ipofisarie comuni
    • Tumori ipofisari: la maggior parte sono benigni, e possono essere secernenti o non-secernenti (possono produrre o no ormoni). Causano cefalea e disturbi visivi dovuti alla compressione dei tessuti circostanti, oltre ai sintomi legati alla produzione eccessiva di un ormone ipofisario a discapito di altri.
    • Deficit di ormone della crescita (GH): negli adulti il deficit di GH è solitamente subclinico e porta a debolezza muscolare, affaticamento, diminuzione della massa ossea e obesità; nei bambini comporta ritardo della crescita e bassa statura.
    • Ipopituitarismo: mancanza congenita o acquisita di uno o più ormoni ipofisari per varie cause: tumori, traumi, malattie vascolari (diminuzione dell’apporto di sangue), infezioni, sarcoidosi, processi autoimmuni, radiazioni, rimozione chirurgica della ghiandola pituitaria o effetti collaterali di un’operazione chirurgica.
    • Iperprolattinemia: causata da un tumore ipofisario secernente prolattina o da un tumore in grado di alterarne la produzione; l'eccesso di prolattina si associa a ipogonadismo,determinando mancanza del ciclo mestruale nelle donne (amenorrea) o disfunzione erettile e diminuzione della libido negli uomini, e/o galattorrea, ossia produzione di latte anomala.
    • Sindrome della sella vuota: la sella turcica è una cavità presente nelle ossa del cranio che contiene l'ipofisi;a causa di un difetto del diaframma sellare, la sella turcica può riempirsi di liquido cefalorachidianoil quale spinge e appiattisce l’ipofisi; come conseguenza la sella acquisisce un aspetto radiologico caratteristico riscontrabile durante procedure di diagnostica per immagini. Talvolta la sindrome della sella vuota può essere dovuta ad altre cause, come tumori o radioterapia.
    • Craniofaringioma: tumore presente più frequentemente nei bambini e negli adolescenti ma che può interessare anche gli ultra 50enni; sebbene si tratti di una patologia benigna, la compressione dell’ipofisi causa ipopituitarismo, cefalea, problemi nella vista e ritardo della crescita.

     

    Esempi di Malattie ipofisarie rare
    • Acromegalia e gigantismo: eccessiva produzione dell'ormone della crescita (GH), di solito dovuta ad un tumore benigno. Nei bambini, provoca un aumento dell'accrescimento staturale chiamato gigantismo; negli adulti provoca acromegalia, con ispessimento dei tessuti molli e ossei, alterazione dell’aspetto, aumento delle dimensioni della mani e dei piedi, macroglossia, sindrome del tunnel carpale, cefalea, apnea notturna, debolezza, astenia e ipertensione. Aumenta inoltre il rischio di diabete mellito e cancro al colon.
    • Insufficienza surrenalica: patologia rara causata da una disfunzione ipofisaria. La diminuzione della produzione dell’ormone ipofisario adrenocorticotropo (ACTH) determina insufficienza surrenalica secondaria. L’ACTH è un messaggero ipofisario, responsabile della produzione di cortisolo da parte della corteccia surrenale. La presenza di quantità insufficienti di ACTH, dovuta a danno ipofisario, tumori o altre cause, determina la carenza di cortisolo. I sintomi sono quelli relativi alla carenza di cortisolo e aldosterone, ormoni implicati nella regolazione del metabolismo e della pressione ematica oltre che di altre funzioni vitali.
    • Malattia di Cushing: i segni e sintomi relativi alla sindrome di Cushing derivano dalla produzione eccessiva di ACTH dovuta ad un tumore ipofisario. Quantità eccessive di ACTH determinano la produzione eccessiva di cortisolo; i sintomi sono molteplici ma possono includere: obesità nel busto con braccia e gambe più sottili, viso ampio e arrotondato, pelle sottile, striature rosa sull'addome, debolezza muscolare, osteoporosi, glicemia alta e pressione alta.
    • Diabete insipido: dovuto al deficit di vasopressina (ADH) prodotta dall’ipotalamo; caratterizzato dall'escrezione di quantità eccessive di urine molto diluite e da sete esagerata.
    • Sindrome di Nelson: è causata dalla crescita di un tumore ipofisario residuo dopo surrenectomia in pazienti con malattia di Cushing ipofisaria. È caratterizzata da iperpigmentazione, per l’aumentata produzione dell’ormone stimolante i melanociti (MSH),ed elevati livelli di ACTH.
    • Neoplasia endocrina multipla di tipo 1 (MEN1): presenza di una mutazione genetica ereditaria che aumenta il rischio di sviluppare tumori nella ghiandola pituitaria e le altre ghiandole endocrine.
    • Sindrome di Kallman: patologia ereditaria causata dalla ridotta secrezione dell'ormone ipotalamico GnRH che conduce alla mancata produzione di FSH e LH; causa pubertà ritardata o assente e mancanza o riduzione del senso dell'olfatto (anosmia/iposmia).
    • Infarto pituitario: limitato o assente apporto di sangue all'ipofisi, può causare danni ai tessuti e portare a ipopituitarismo. La causa più frequente è la presenza di un tumore ipofisario.
    • Sindrome di Sheehan: patologia molto rara causata da una grave emorragia durante il parto con conseguente necrosi dell'ipofisi e perdita della sua funzionalità.
  • Esami
    Test di Laboratorio

    Gli esami di laboratorio possono essere utilizzati per rilevare l’eccesso o la carenza di ormoni, come supporto alla diagnosi delle malattie ipofisarie, per determinarne la gravità e, se richiesti ad intervalli di tempo regolari, per monitorare l’efficacia della terapia. Alcune persone sono affette da patologie ereditarie e presentano un rischio aumentato di sviluppare patologie dell’ipofisi. In questa categoria di pazienti, i test di laboratorio possono essere un utile ausilio nel monitoraggio a lungo termine.

    Tra gli analiti esaminati di frequente, rientrano sia gli ormoni prodotti dall’ipofisi, come l’ormone tireostimolante TSH, che quelli prodotti da altre ghiandole endocrine sotto lo stimolo dell’ipofisi, come la tiroxina (T4).

    Di seguito sono riportati alcuni esempi di ormoni frequentemente testati:

    I livelli ematici degli ormoni ipofisari possono:

    • Essere relativamente costanti (ad esempio TSH)
    • Variare nel corso della giornata (ad esempio cortisolo)
    • Variare ciclicamente (ad esempio FSH e LH nel corso del ciclo mestruale)
    • Aumentare in specifiche situazioni, come la prolattina durante l’allattamento o l’ACTH in risposta allo stress
       

    Per le oscillazioni e le interazioni implicate nel rilascio di questi ormoni, la corretta rilevazione di un eccesso o di una carenza richiede che i test vengano eseguiti in particolari momenti o dopo somministrazione di particolari sostanze in grado di stimolare o inibire la produzione degli ormoni in esame (test di stimolo o soppressione).

    Un test di privazione dell’acqua, con la misura dell’osmolalità delle urine e del siero, può essere utile per la diagnosi di diabete insipido.

    Test non di laboratorio

    La rilevazione di masse tumorali o la valutazione delle ghiandole endocrine spesso richiede l’utilizzo di tecniche di diagnostica per immagini. Queste possono includere:

    • Risonanza magnetica
    • Tomografia computerizzata
       

    Per maggiori dettagli visitare la pagina RadiologyInfo.org.

  • Trattamento

    La terapia dipende dalla causa responsabile della patologia ipofisaria:

    • In presenza di tumori ipofisari, potrebbe essere necessaria la rimozione chirurgica della massa tumorale. Questa può avvenire tramite una tecnica chiamata chirurgia transfenoidale, che consiste nell’asportazione del tumore accedendo all’ipofisi per via nasale. Per bloccare l'azione degli ormoni e per ridurre i tumori ipofisari ed i sintomi da compressione, possono essere somministrati alcuni farmaci. A volte possono essere utilizzati prima dell'intervento chirurgico.
    • Come supporto alla carenza di alcuni ormoni può essere somministrata una terapia ormonale sostitutiva.
    • Le dimensioni della massa tumorale e la produzione ormonale eccessiva possono essere ridotte tramite una radioterapia mirata in associazione all’utilizzo di alcuni farmaci.
       

    La terapia potrebbe non essere completamente risolutiva o potrebbe causare altre alterazioni della funzionalità ipofisaria, nell’immediato o nel periodo successivo. Ciascun paziente deve collaborare con il proprio medico curante e con l’endocrinologo, medico specializzato in patologie del sistema endocrino, per trovare e seguire la terapia più adatta alle proprie esigenze.

Fonti
Fonti utilizzate nella revisione corrente

American Brain Tumor Association. 2014. Craniopharyngioma. Available online at http://www.abta.org/brain-tumor-information/types-of-tumors/craniopharyngioma.html.Accessed April 2, 2017.

Cleveland Clinic Center for Continuing Education. 2012. Pituitary Disorders. Available online at http://www.clevelandclinicmeded.com/medicalpubs/diseasemanagement/endocrinology/pituitary-disorders/.Accessed April 2, 2017.

Goldberg J., and Jewell, T. 2016.Prolactin Level Test. Healthline.Available online at http://www.healthline.com/health/prolactin#overview1.Accessed March 31, 2017.

Hormone Health Network. 2012. Cushing Syndrome. Available online at http://www.hormone.org/diseases-and-conditions/adrenal/cushing-syndrome.Accessed April 2, 2017.

Hormone Health Network. 2013. Diabetes Insipidus. Available online at http://www.hormone.org/diseases-and-conditions/pituitary/diabetes-insipidus.Accessed April 2, 2017.

Hormone Health Network. 2012. Acromegaly. Available online at http://www.hormone.org/diseases-and-conditions/pituitary/acromegaly.Accessed April 2, 2017.

National Organization for Rare Disorders. 2013. Empty Sella Syndrome. Available online at https://rarediseases.org/rare-diseases/empty-sella-syndrome/.Accessed April 2, 2017.

Pituitary Network Association. 2013. Disorders. Available online at http://pituitary.org/knowledge-base/disorders.Accessed March 29, 2017.

Pituitary Network Association. 2013. Adrenal Insufficiency (Addison's Disease). Available online at http://pituitary.org/knowledge-base/disorders/adrenal-insuffieciency-addison-s-disease.Accessed April 7, 2017.

Fonti utilizzate nelle precedenti revisioni

Pagana, Kathleen D. & Pagana, Timothy J. (2001). Mosby's Diagnostic and Laboratory Test Reference 5th Edition: Mosby, Inc., Saint Louis, MO.

(2003 February 1, Revised). Introduction.The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162a.html.

(2003 February 1, Revised). Acromegaly and Gigantism.The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162e.html.

(2003 February 1, Revised). Central Diabetes Insipidus.The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162d.html.

Empty Sella Syndrome (2003 February 1, Revised). Empty Sella Syndrome. The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162g.html.

Galactorrhea (2003 February 1, Revised). Galactorrhea.The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162f.html.

(2003 February 1, Revised). Hypopituitarism.The Merck Manual of Medical Information – Second Home Edition [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmhe/sec13/ch162/ch162c.html.

Leung, A. and Pacaud, D. (2004 August 1). Diagnosis and Management of Galactorrhea. American Family Physician [On-line journal]. Available online at http://www.aafp.org/afp/20040801/543.html.

(2005 April).Diabetes Insipidus.FamilyDoctor.org [On-line information].Available online at http://familydoctor.org/048.xml.

Klibanski, A., Editor (2004 January, Reviewed). Pituitary Information. The Hormone Foundation [On-line information]. Available online at http://www.hormone.org/learn/pituitary.html.

(© 2004).The Pituitary Foundation. Fact Sheets [On-line information]. Available online at http://www.pituitary.org.uk. For: Cushing's Disease, Non-Functioning Pituitary Tumours, Acromegaly, Hyperprolactinaemia, Craniopharyngioma, Hypopituitarism, Diabetes Insipidus

Clarke, W. and Dufour, D. R., Editors (2006). Contemporary Practice in Clinical Chemistry, AACC Press, Washington, DC. Pp 353-356.

Klibanski, A. Editor (2008 March)Pituitary) Pituitary Gland. The Hormone Foundation [On-line information]. Available online at http://www.hormone.org/pituitary_gland.cfm.Accessed on 1/4/09.

Principles of Endocrinology, Introduction.The Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmpe/sec12/ch150/ch150a.html.Accessed on 1/4/09.

Principles of Endocrinology, Endocrine Disorders.The Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmpe/sec12/ch150/ch150b.html.Accessed on 1/4/09.

Mayo Clinic Staff (2008 June 6). Pituitary Tumors.MayoClinic.com [On-line information].Available online at http://www.mayoclinic.com/health/pituitary-tumors/DS00533.Accessed on 1/4/09.

(2008 August, Revised). Pituitary Disorders. Pituitary Network Association [On-line information]. Available online at http://www.pituitary.org/disorders/.Accessed on 1/4/09.

(2007 September 5, Updated).NINDS Pituitary Tumors Information Page.National Institute of Neurological Disorders and Stroke [On-line information].Available online at http://www.ninds.nih.gov/disorders/pituitary_tumors/pituitary_tumors.htm.Accessed on 1/4/09.

Kattah, J. (2006 March 30). Pituitary Tumors.EMedicine [On-line information].Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1157189-overview.Accessed on 1/4/09.

Thomas, Clayton L., Editor (1997). Taber's Cyclopedic Medical Dictionary.F.A. Davis Company, Philadelphia, PA [18th Edition]. Pp. 1481-1483.

I. Jialaal, W. E. Winter, and D.W. Chan (eds). Handbook of Diagnostic Endocrinology, AACC Press, 1999.

(Reviewed April 2009).Principles of Endocrinology, Endocrine Disorders.The Merck Manual for Healthcare Professionals [On-line information].Available online at http://www.merck.com/mmpe/sec12/ch150/ch150a.html. Accessed on October 12, 2012

Mayo Clinic Staff.(Updated August 10, 2012).Pituitary Tumors.MayoClinic.com [On-line information].Available online at http://www.mayoclinic.com/health/pituitary-tumors/DS00533.Accessed on October 12, 2012.

(Updated October 26, 2010).NINDS Pituitary Tumors Information Page.National Institute of Neurological Disorders and Stroke [On-line information].Available online at http://www.ninds.nih.gov/disorders/pituitary_tumors/pituitary_tumors.htm.Accessed on October 12, 2012.

(Updated August 15, 2011).Pituitary Tumors.EMedicine.Available online at http://emedicine.medscape.com/article/1157189-overview.Accessed on October 12, 2012.

Pituitary Disorders.Pituitary Network Association.Available online at https://www.pituitary.org/library/disorders.aspx?page_id=1043.Accessed on October 12, 2012.

(Updated September 27, 2012) Empty Sella Syndrome. MedlinePlus.Available online at http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000349.htm.Accessed on October 24, 2012.

UCLA Neurosurgery.Available online at http://neurosurgery.ucla.edu/body.cfm?id=185.Accessed on October 24, 2012.

(Reviewed May 8, 2012).Hypogonadotropic hypogonadism.Pubmed Health. Available online at http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0001427/.Accessed on October 24, 2012.