Vitamina D

Noto anche come: Vitamina D2, Vitamina D3, Calcidiolo (25-idrossi-vitamina D), Calcifidiolo (25-idrossi-vitamina D), Calcitriolo (1.25 diidrossi- vitamina D)
Nome: 25-idrossi-vitamina D, 1.25 diidrossi-vitamina D, 25-idrocolecalciferolo
Esami associati: Calcio, Fosforo, PTH, Magnesio (Mg)

Cosa viene testato?
Esistono due forme di vitamina D che possono essere misurate nel sangue, 25-idrossi-vitamina D [25(OH)D] e 1,25-diidrossivitamina D [1,25(OH)(2)D].La 25- idrossivitamina D è la forma dell’ormone più presente in circolo ed è il precursore inattivo della forma attiva, 1,25- diidrossivitamina D. A causa della sua lunga emivita e alta concentrazione, la 25-idrossivitamina D viene comunemente misurata per monitorare la concentrazione di vitamina D nel paziente.
La vitamina D viene mantenuta nell’organismo grazie a due meccanismi, uno endogeno, con la produzione dell’ormone grazie all’esposizione al sole ed uno esogeno, con l’introduzione per via alimentare della vitamina D. La struttura chimica di questi tipi di vitamina D è differente e vengono chiamate vitamina D2 (ergocalciferolo) e vitamina D3 (colecalciferolo). La D2 è presente in alcuni cibi, negli integratori alimentari e nei preparati farmaceutici vitaminici. La vitamina D3 invece viene prodotta dall’organismo e si può trovare in alcuni integratori alimentari. Vitamina D2 e D3 hanno uguale effetto.
Molti tests per la 25-idrossivitamina D non distinguono le due forme D2 e D3 e misurano l’ormone totale. Altri metodi invece distinguono le due forme. La concentrazione di 25-idrossivitamina D viene utilizzata per avere una stima della concentrazione di vitamina D.


Sorgenti e forme di Vitamina D

La Vitamina D svolge una funzione regolatoria nell’assorbimento di calcio, fosforo e magnesio.

Essa è di vitale importanza nell’accrescimento osseo e per la salute dell’osso stesso; in assenza di tale ormone le ossa sono fragili, malformate e incapaci di ripararsi, questa patologia è chiamata rachitismo nei bambini e osteomalacia negli adulti. La Vitamina D è inoltre implicata nei meccanismi autoimmunitari, nelle funzioni metaboliche e nella prevenzione del cancro.


Come è raccolto il campione biologico?
Il campione di sangue è ottenuto tramite prelievo venoso dal braccio del paziente.


E’ necessaria una preparazione al test?
No.


NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico


Questo contentuto è stato modificato il16.02.2011