Prolattina

Noto anche come: PRL
Nome: Prolattina
Esami associati: FSH, LH, Deidroepiandrosterone solfato, Testosterone, Progesterone, Estrogeni, Androstenedione

In sintesi

 

Perché fare il test?
Nella donne, come approfondimento diagnostico in presenza di una secrezione continua e inspiegabile di latte o di fluidi da parte della ghiandola mammaria (galattorrea), assenza di ciclo mestruale e/o infertilità; negli uomini, come sostegno alla diagnosi delle cause di perdita di libido e/o disfunzione erettile; nella ricerca e nel monitoraggio di tumori ipofisari secernenti prolattina (prolattinomi).

Quando fare il test?
In presenza di sintomi riconducibili a quantità elevate di prolattina, come galattorrea e/o disturbi della vista o mal di testa; in corso di approfondimenti diagnostici riguardo l’infertilità; negli uomini in seguito al riscontro di quantità ridotte di testosterone; periodicamente nel monitoraggio del prolattinoma.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio.

Il test richiede una preparazione?
No. Tuttavia il campione dovrebbe essere raccolto dopo 3-4 ore dal risveglio.


Questo contentuto è stato modificato il24.01.2017