Metanefrine urinarie

Noto anche come: Metanefrine e Normetanefrine
Nome: Metanefrine urinarie, totali e frazionate
Esami associati: Catecolamine plasmatiche e urinarie, Metanefrine libere plasmatiche

Cosa si testa ?
Questo test misura la concentrazione di metanefrine che è eliminata nelle urine oltre un periodo di 24 ore. Le metanefrine sono metaboliti inattivi di catecolamine, epinefrine ( adrenalina) e normetanefrine. Le catecolamine sono un gruppo di ormoni simili prodotti nel sistema nervoso e nella midollare ( porzione centrale) delle ghiandole surrenali. Le ghiandole surrenali sono organi piccoli, triangolari localizzati sull’estremità di ogni rene. Le catecolamine principali sono dopamina, epinefrina ( adrenalina), e noradrenalina. Questi ormoni sono rilasciati in circolo in risposta ad uno stress fisico o emotivo. Aiutano a trasmettere impulsi nervosi nel cervello, stimolare la gluconeogenesi e il rilascio di acidi grassi ( per energia), a dilatare i bronchioli ( piccoli passaggi d’aria nei polmoni), e dilatare le pupille. Anche la noradrenalina costringe i vasi sanguigni ( aumentando la pressione sanguigna) e l’epinefrina aumenta il battito e il metabolismo cardiaco. Dopo l’espletazione della loro attività, gli ormoni sono metabolizzati in composti non attivi. La dopamina diventa acido vanilmandelico ( VMA) e l’epinefrina diventa metanefrina e VMA. Sia gli ormoni che i loro metaboliti sono escreti nelle urine.

Il test delle metanefrina urinaria misura la concentrazione sia della metanefrina che della normetanefrina. Questi metaboliti in genere sono presenti nelle urine in piccole quantità variabili che aumentano in modo apprezzabile durante e brevemente dopo che il corpo è stato esposto a stress. I feocromocitoma ( rari tumori della ghiandola surrenale) e altri tumori neuroendocrini, comunque, possono produrre elevate quantità di catecolamine, portando a concentrazioni enormemente aumentate di ormoni e dei loro metaboliti sia nel sangue che nelle urine. Le catecolammine che i feocromocitoma producono, possono causare un’ipertensione cronica ( alta pressione del sangue) e/o attacchi o episodi di grave ipertensione. Ciò può causare sintomi come cefalee, palpitazioni, sudorazione, nausea, ansietà, e formicolio alle estremità.

Circa il 90% dei feocromocitomi sono localizzati nelle ghiandole surrenali. Mentre una piccola parte è cancerosa, la maggior parte è benigna – non si estendono oltre la loro localizzazione iniziale – sebbene la maggior parte continui ad aumentare di dimensione. Lasciato non trattato, i sintomi possono peggiorare man mano che il tumore cresce e, dopo un periodo di tempo, l’ipertensione che il feocromocitoma causa può danneggiare organi del corpo, come reni e cuore, ed aumentare il rischio dei pazienti affetti di avere un colpo aplopettico o un attacco cardiaco.

Il test delle metanefrine può esser usato per aiutare a diagnosticare un feocromocitoma. Sebbene solo 800 casi all’anno siano diagnosticati in U.S., secondo il National Cancer Institute, è importante diagnosticare e trattare questi rari tumori che causano una forma di ipertensione potenzialmente curabile. Nella maggior parte dei casi, i tumori possono esser rimossi chirurgicamente e/o trattati per ridurre significativamente la concentrazione di catecolamine che sono prodotte e per ridurre o eliminare sintomi e complicazioni associate.

Come è raccolto il campione per il test?
Per la raccolta delle urine delle 24 ore, tutte le urine devono essere conservate per un periodo di 24 ore. E’ importante che il campione sia refrigerato durante questo periodo. Poichè dieta, esercizio fisico, e farmaci possono incidere sui valori delle metanefrine, sono necessarie precauzioni per assicurare che il campione rifletta la vera malattia metabolica e non un’interferenza o aberrazione. Per questa ragione dovrai parlare con il medico della dieta e di ogni farmaco che stai assumendo. Cibi come caffè ( anche decaffeinato) the, cioccolato, vaniglia, banane, arance ed altri agrumi dovrebbero esser evitati per diversi giorni prima del test e durante la raccolta. Ci sono anche alcuni farmaci che possono alterare potenzialmente i risultati del test. Parla con il medico dei farmaci prescritti e da banco e di integratori che stai assumendo. Ovunque possibile, tutto ciò che noto interferire dovrebbe essere eliminato prima e durante la raccolta del campione. Dovrebbero esser minimizzati stress emotivo e fisico ed esercizi fisici vigorosi prima e durante la raccolta poichè possono aumentare la secrezione di catecolamine.


NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico
 


Questo contentuto è stato modificato il04.08.2009