Lupus Anticoagulante

Noto anche come: Anticorpo del lupus, LA, Inibitore del lupus
Nome:
Esami associati: aPTT, Anticorpi anti-cardiolipina, PT, Antifosfolipidi

Come viene utilizzato?
Quando viene richiesto?
Che cosa significa il risultato?
Ci sono altre cose che dovrei sapere?
 

Come viene utilizzato?
L’esame del LA viene utilizzato per aiutare a capire la causa di una trombosi inspiegabile, poliabortività, o un test PTT allungato. Viene richiesto per cercare di determinare se il PTT prolungato è dovuto ad uno specifico inibitore ( un anticorpo contro uno specifico fattore della coagulazione) o ad un inibitore non specifico come appunto LA. Può essere richiesto insieme agli anticorpi anticardiolipina e anti-beta2-glicoproteina 1 per verificare la sindrome antifosfolipidi. Se una persona è positiva per il test del lupus anticoagulante, questo viene ripetuto dopo qualche settimana per vedere se gli anticorpi erano transitori. Occasionalmente l’esame per lupus anticoagulante può essere richiesto per aiutare a determinare la causa di una positività all’esame VDRL/RPR  per la sifilide ( sia gli anticorpi anticardiolipina sia quelli lupus anticoagulante possono produrre dei falsi positivi per questo esame).

 

Dal momento che altri inibitori e variabili analitiche possono determinare risultati anomali per l’esame, per confermare la presenza di LA vengono eseguito diversi esami. Tipicamente questi includono: PTT, il tempo di protrombina PT, di Vipera Russel diluito o modificato (dRVVT or MRVVT) una valutazione dei fosfolipidi a fase esagonale (II) ( test di Staclot-LA) o il tempo di coagulazione al caolino. Può anche essere fatto un esame del tempo di trombina per escludere la contaminazione eparina (un farmaco usato per la terapia anticoagulante), ed un esame del fibrinogeno per escludere deficit eccessivo del fibrinogeno. Queste due condizioni possono provocare prolungamenti nei risultati della prova e interferiscono con il rilevamento di lupus anticoagulante.

[Back to top]


Quando viene richiesto?
L’esame per lupus anticoagulante è ordinato quando un paziente ha avuto un episodio trombotico inspiegabile, ha avuto aborti ricorrenti e / o come follow-up ad un test PTT prolungato. Se il pannello lupus anticoagulante è positivo, il medico di quella persona può decidere di ripetere una o più delle prove alcune settimane più tardi per determinare se l’inibizione del lupus è transitoria o cronica. Il medico può anche sottoporre a test per il lupus anticoagulante, quando un paziente ha un anticorpo anticardiolipina positivo, per valutare se quella persona ha la sindrome da anticorpi antifosfolipidi.

[Back to top]


Che cosa significa il risultato?
I risultati di ciascuna delle prove lupus anticoagulante indicano una maggiore o minore probabilità di avere il lupus anticoagulante. Benché i test fatti possano variare, di solito iniziano con un PTT prolungato.

  • Se il PTT o LA-PTT è prolungato, e mescolandolo con un pool di plasma normale, non si corregge il risultato, allora è probabile che vi sia un inibitore presente. Se il test prolungato si corregge quando vengono aggiunti fosfolipidi, allora è probabile che sia presente lupus anticoagulante. (dopo contaminazione da eparina, la presenza di lupus anticoagulante è la ragione più comune per un PTT prolungato).
  • Se il PTT non è allungato, potrebbe non esserci lupus anticoagulante, i reagenti usati per il test potrebbero contenere troppi fosfolipidi, oppure il test potrebbe non essere sufficientemente sensibile per rilevare lupus anticoagulante. Potrebbe essere necessario eseguire il test LAPTT.
  • Se un test a dRVVT or MRVVT è prolungato e non si corregge con l’aggiunta di un pool di plasma normale, ma si corregge quando vengono aggiunti fosfolipidi, allora è probabile che sia presente un anticorpo antifosfolipidi.
  • Se l’esame per il tempo do Trombina è normal esi può escludere una contaminazione da eparina.
  • Se l’esame per il fibrinogeno è normale, allora è verosimile che ci sia fibrinogeno sufficiente per formare un coagulo normale.

Neutralizzazione delle piastrine ( si usano le piastrine come fonte di fosfolipidi)

  • Esame per fosfolipidi hexagonal fase II (Staclot-LA test)
  • Tempo di coagulazione del caolino
  • Esame di inibizione della tromboplastina tissutale
  • VDRL o RPR-Sono esami per la sifilide. I reagenti sono fatti di cardiolipina e potrebbero dare dei risultati falsi positivi sia per anticorpi anticardiolipina sia per lupus anticoagulante
  • Fattori della coagulazione questi possono essere richiesti per escludere carenze di fattori che possono causare un PTT prolungato e episodi emorragici
  • Tempo di protrombina(PT)

Ci sono altri esami che possono venir richiesti in aggiunta al lupus anticoagulante:

  • Anticardiolipina e anti-beta2-glicoproteina I per verificar euna sindrome da antifosfolipidi
  • Conta piastrinica: viene spesso osservata una trombocitopenia da lieve a moderata in presenza di lupus anticoagulante che potrebbe essere causata dalla terapia anticoagulante (eparina)

[Back to top]


Ci sono altre cose che dovrei sapere?
I pazienti in terapia con eparina o sostituti della eparina ( come irudina, danaparoid o argatroban) potrebbero avere dei risultati falsi positivi all’esame per lupus anticoagulante, ma quelli in terapia con warfarin (coumadin) non dovrebbero. Se possibile il test per Lupus anticoagulante dovrebbe essere eseguito prima dell’inizio della terapia anticoagulante. Se un pazient eocn una trombosi, presenta positività a lupus anticoagulante, potrebbe essere necessario prolungare e possibilmente aumentare l’intensità della terapia anticoagulante.

 

In aggiunta all’esame per lupus anticoagulante, in qualche caso può essere necessario fare il test per  il fattore VIII della coagulazione. Gli inibitori del fattore VIII della coagulazione (anticorpi specifici contro il fattore VIII) possono diminuire i livelli del fattore VIII e determinare dei falsi positivi all’esame per lupus anticoagulante. Elevati livelli di fattore VIII, così come si può vedere in infezioni acute o in corso di terapia di sostituzione  in pazienti con Emofilia A, potrebbero diminuire il tempo di PTT, portando a dei risultati falsi negativi transitori per lupus anticoagulante.

[Back to top]


Questo contentuto è stato modificato il08.07.2010