Insulina

Noto anche come:
Nome:
Esami associati: Peptide-C, Glucosio

1. Si può misurare l’insulina a casa?
2. Perchè l’insulina deve essere iniettata?
3. Come si tratta un insulinoma?
4. Cos’è l’insulino-resistenza?


1. Si può misurare l’insulina a casa?
No. Diversamente dal glucosio, la determinazione dell’insulina richiede strumenti e preparazione adeguati.
[Back to top]


2. Perchè l’insulina deve essere iniettata?
La somministrazione non può essere fatta attraverso la via orale perché l’insulina verrebbe digerita nello stomaco.
[Back to top]


3. Come si tratta un insulinoma?
Gli insulinomi sono tumori che producono insulina e spesso non sono maligni. Vengono asportati chirurgicamente e una volta asportati generalmente non recidivano.
[Back to top]


4. Cos’è l’insulino-resistenza?
Consiste nella ridotta capacità dell’insulina di favorire l’entrata del glucosio nelle cellule, dove è necessario per la produzione di energia. Il pancreas tenta di compensare con una maggiore produzione di insulina. Ne risultano concentrazioni elevate di insulina e peptide C e normali o elevate di glucosio. Le concentrazioni di glucosio, insulina e peptide C possono permettere di individuare questa condizione.
L’insulino-resistenza è un segnale di pericolo che allarma sull’alterato metabolismo glucidico e il rischio di sviluppare diabete. Una iniziale o moderata insulino-resistenza spesso non si accompagna a comparsa di sintomi, ma se ignorata aumenta il rischio di sviluppare diabete di tipo II, ipertensione, iperlipidemia e/o cardiopatie nel corso degli anni. (queste quattro condizioni costituiscono quella che talvolta viene chiamata Sindrome da insulino-resistenza).
I fattori di rischio per l’insulino-resistenza includono:
• Obesità, in particolare obesità addominale
• Familiarità di diabete
• Diabete gestazionale
• Sindrome dell’ovaio policistico

Il trattamento dell’insulino-resistenza comporta cambiamenti nella dieta e nello stile di vita come la perdita del peso in eccesso, una regolare attività fisica di moderata intensità e l’aumento di fibra nella dieta per ridurre i livelli di insulinemia e aumentare la sensibilità all’insulina.
[Back to top]


Questo contentuto è stato modificato il06.03.2007