Ematocrito


L’esame

Come si usa?
Quando viene prescritto?

Che cosa significa il risultato del test?

C'è qualcos'altro da sapere?

Come si usa?
L’ematocrito può essere usato per lo screening, la diagnosi o il monitoraggio di alcune patologie e condizioni che colpiscono la quota del sangue costituita da GR. E’ spesso usato insieme all’emoglobina come valutazione semplice e veloce dei GR, oppure viene eseguita come parte dell’esame emocromocitometrico, come parte integrante della valutazione dello stato di salute. Il test può essere usato per:

  • Screening, diagnosi, valutazione della gravità dell’anemia (bassi GR, bassa emoglobina, basso ematocrito) o della policitemia (alti GR, alta emoglobina, alto ematocrito)
  • Monitoraggio della risposta alla terapia per anemia o policitemia e per altre patologie che colpiscono la produzione o la vita media dei GR
  • Supporto nel prendere decisioni circa le trasfusioni di sangue o altri trattamenti se l’anemia è grave
  • Valutare il grado di disidratazione

Alcune patologie colpiscono la produzione di GR da parte del midollo osseo e possono causare un aumento o una diminuzione del numero di GR maturi rilasciati nel circolo ematico. Altre, possono influenzare la vita media dei GR in circolo. Se c’è un’aumentata distruzione dei GR (emolisi) o una perdita di GR (sanguinamento) e/o il midollo osseo non è in grado di produrre abbastanza nuovi GR, il numero di queste cellule diminuisce e l’ematocrito scende, che è ciò che accade nell’anemia.
Questo test indica se c’è un problema con la produzione di globuli rossi e/o con la loro sopravvivenza, ma non indica la causa sottostante. Insieme all’esame emocromocitometrico, possono essere eseguiti alcuni altri test, nello stesso momento o in seguito, per stabilire la causa di un valore alterato, essi sono: striscio di sangue, conta dei reticolociti, esami del ferro, vitamina B12 e folati e per le patologie più gravi, biopsia del midollo osseo.

[Back to top]

Quando viene prescritto?
L’ematocrito è di solito prescritto come parte dell’esame emocromocitometrico. Può inoltre essere prescritto da solo o insieme all’emoglobina come parte di un controllo generico dello stato di salute. Questi test sono spesso prescritti quando l’individuo mostra segni e sintomi di una patologia che colpisce i GR, come anemia e policitemia.

Alcuni segni e sintomi di anemia, sono:

  • Spossatezza e affaticamento
  • Mancanza di energia
  • Svenimenti
  • Pallore
  • Respiro corto


Alcuni segni e sintomi di policitemia, sono:

  • Disturbi della visione
  • Vertigini
  • Mal di testa
  • Colorito rosso del volto
  • Milza ingrossata

Questo esame può essere prescritto quando il paziente mostra segni e sintomi di grave disidratazione, con grande sete, bocca o mucose secche, e mancate sudorazione e minzione.
Questo esame può essere eseguito più volte o a scadenza regolare quando il paziente è stato diagnosticato per problemi di sanguinamento o per anemia cronica o policitemia, per verificare l’efficacia del trattamento. Può inoltre essere prescritto routinariamente nel paziente che si sottopone a chemioterapia per un tumore.

[Back to top]

Che cosa significa il risultato del test?
I globuli rossi di solito compongono una porzione del volume del sangue che varia dal 37% al 49%. Dal momento che l’ematocrito è spesso eseguito come parte dell’esame emocromocitometrico, anche i risultati delle altre componenti devono essere tenuti in considerazione. Aumenti o diminuzioni dell’ematocrito devono essere interpretati insieme ad altri parametri, come la conta dei GR, l’emoglobina, la conta dei reticolociti e/o gli indici dei globuli rossi. Altri fattori da considerare sono l’età, il sesso e l’etnia. In generale, l’ematocrito rispecchia il risultato della conta dei GR e dell’emoglobina.

Alcune cause di ematocrito basso, sono:

  • Eccessiva distruzione dei globuli rossi, ad esempio, nell’ anemia emolitica causata da autoimmunità o difetti dei globuli rossi; i difetti possono essere emoglobinopatie (es. anemia falciforme), anomalie della membrana dei GR (es. sferocitosi ereditaria) o di enzimi dei GR (es. carenza di G6PD)
  • Produzione diminuita di emoglobina (es. talassemia)
  • Sanguinamento acuto o cronico del tratto digestivo (es. ulcere, polipi, tumore del colon) o di altri organi, come vescica, utero (nelle donne con mestruazioni abbondanti, ad esempio), o a seguito di grave trauma.
  • Carenze nutrizionali di ferro, folati o vitamina B12
  • Danneggiamento del midollo osseo causato, ad esempio, da tossine, radiazioni o chemioterapia, infezioni o farmaci.
  • Insufficienza renale, le patologie renali gravi o croniche portano ad una diminuzione di eritropoietina, un ormone prodotto dai reni che stimola la produzione di GR da parte del midollo osseo.
  • Patologie infiammatorie croniche
  • Patologie del midollo osseo come anemia aplastica, sindrome mielodisplastica o tumori come leucemia, linfoma, mieloma multiplo, o altri tipi di tumore che si diffondono al midollo osseo.

Alcune cause di ematocrito alto, sono:

 

  • Disidratazione- è la causa più comune di ematocrito alto. Se il volume di sangue diminuisce, il numero di globuli rossi per volume risulta artificiosamente aumentato.
  • Policitemia vera- una rara patologia nella quale l’organismo produce un eccesso di GR, in modo inappropriato
  • Patologie polmonari- se il paziente non respira correttamente e non assorbe una quantità sufficiente di ossigeno, l’organismo cerca di compensare producendo più globuli rossi.
  • Malattie cardiovascolari congenite- in alcune forme, c’è una anomala connessione tra le due parti del cuore, che porta ad una diminuzione di ossigeno che arriva ai tessuti. L’organismo cerca di compensare producendo più globuli rossi.
  • Tumori renali che producono un eccesso di eritropoietina
  • Fumo
  • Vivere in alta quota (meccanismo compensatorio per la scarsità di ossigeno nell’aria)
  • Cause genetiche (alterata sensibilità all’ossigeno, anomalia nel rilascio di ossigeno da parte dell’emoglobina

[Back to top]

C'è qualcos'altro da sapere?
Una recente trasfusione di sangue può falsare il risultato dell’ematocrito.
L’ematocrito diminuisce di poco durante una gravidanza normale, a causa dell’aumento di fluidi corporei.

[Back to top]


Questo contentuto è stato modificato il25.05.2015