Cloro

Noto anche come: Cloruri
Nome: Cl
Esami associati: Sodio (Na), Potassio (K), Bicarbonato, Elettroliti

Cosa si analizza?
Il cloro è un elettrolita carico negativamente, che, insieme ad altri elettroliti come il potassio, il sodio e il bicarbonato, partecipa al mantenimento dell'equilibrio idrosalino e di quello acido-base dell'organismo. Il cloro è presente in tutti i fluidi biologici ma in maggiore concentrazione nei liquidi extracellulari, con cui il plasma è in equilibrio. Al fine di mantenere l'elettroneutralità dei fluidi biologici, la concentrazione plasmatica del cloro segue lo stesso andamento di quella del sodio; il livello plasmatico di cloro, però, può variare indipendentemente da quello di sodio in caso di alterazioni dell'equilibrio acido-base. Il cloro, assunto con la dieta mediante i cibi e il sale da tavola (cloruro di sodio), viene assorbito nel tratto gastrointestinale, l'eccesso viene poi eliminato per via urinaria. Il livello plasmatico di cloro viene fisiologicamente mantenuto entro uno stretto intervallo di concentrazione, con lievi decrementi dopo i pasti,quando il cloro viene impiegato per la produzione di acido cloridrico a livello gastrico.


Come si raccoglie il campione da analizzare?
Il campione viene raccolto mediante prelievo da una vena del braccio. In alcuni casi, può essere richiesto un campione urinario.

 


NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico
 


Questo contentuto è stato modificato il07.03.2007