Catecolamine plasmatiche e urinarie

Noto anche come: Adrenalina, Noradrenalina, Dopamina, Epinefrina, Norepinefrina
Nome: Catecolamine plasmatiche e urinarie
Esami associati: Metanefrine libere plasmatiche, Metanefrine urinarie

Cosa è testato?
Le catecolamine sono un gruppo di ormoni prodotti dalla porzione midollare (interna) delle ghiandole surrenali. Le ghiandole surrenali sono piccoli organi dalla forma che ricorda un triangolo, localizzati sopra ai reni. Le catecolamine primarie sono dopamina, epinefrina (adrenalina) e norepinefrina (noradrenalina). Questi ormoni sono rilasciati nel circolo sanguigno in risposta a stress fisici e psicologici. Essi facilitano la trasmissione di impulsi nervosi, aumentano la concentrazione nel sangue di fonti di energia quali il glucosio e gli acidi grassi, fanno dilatare i bronchioli e le pupille. Inoltre la norepinefrina aumenta il tono vasale e la pressione arteriosa e l’epinefrina aumenta i battiti cardiaci e il metabolismo. Ad azione completata questi ormoni vengano metabolizzati a componenti inattivi. La dopamina diventa acido omovanillico, la noreprinefrina viene scissa in normetanefrina e acido vanilmandelico (VMA) e l’epinefrina diventa metanefrina e VMA. Sia gli ormoni sia i lori metaboliti vengono escreti con le urine.
Normalmente le catecolamine e i loro metaboliti sono presenti nel sangue in concentrazioni piccole e fluttuanti che aumentano in modo apprezzabile solo dopo uno stress. Il feocromocitoma e altri tumori neuroendocrini possono produrre una grande quantità di catecolamine, che è possibile trovare sia nel sangue sia nelle urine. Questo può causare ipertensione persistente o episodica, che si traduce in forti emicranie e talvolta in palpitazioni, aumento della sudorazione, nausea, vomito, ansia e formicolii alle estremità.
Circa il 90% dei feocromocitomi sono localizzati nelle ghiandole surrenali, alcuni sono maligni ma la maggior parte benigni e non metastatizzano a distanza anche se continuano a crescere. Se non vengono curati i sintomi peggiorano e il tumore cresce causando danni renali e cardiaci, aumentando il rischio di infarti e ischemie.
Le catecolamine plasmatiche e urinarie possono aiutare a fare diagnosi di feocromocitoma. Anche se è una rara forma di cancro (circa 1/800 casi testati negli USA risulta positivo) è comunque importante testarne la presenza perché è causa potenziale di una forma di ipertensione curabile. In molti casi il tumore può essere rimosso chirurgicamente e/o trattato per ridurre la concentrazione di catecolamine prodotte e quindi per ridurre o eliminare i sintomi e le complicazioni ad esse associati.
Il test delle catecolamine misura la concentrazione di epinefrina, norepinefrina e dopamina nel sangue e nelle urine. Il test del plasma indica la concentrazione di tali molecole al momento del prelievo, mentre il test urinario segnala la concentrazione escreta durante le 24 ore.

 

Come è raccolto il campione biologico?
Il campione di urina è raccolto durante un periodo di 24 ore. E’ importante che il campione sia refrigerato durante tale periodo.
Per quanto riguarda il campione di sangue, esso è prelevato dalla vena del braccio del paziente. Ci sono pareri discordanti su come deve essere eseguito il prelievo. In alcuni centri è richiesto al paziente di sdraiarsi e rimanere rilassato per 15-30 minuti e il prelievo potrebbe essere eseguito in questa posizione. In altri centri invece il paziente è semplicemente fatto sedere senza o con un breve periodo di rilassamento prima

NOTA: Un intervallo di riferimento univoco non é disponibile per questa analisi. Infatti i valori di riferimento possono differire nei vari da laboratorio poiché dipendono da molti fattori, tra i quali l’età del paziente, il sesso, la popolazione di riferimento, i metodi analitici. Il referto del tuo laboratorio dovrebbe prevedere degli intervalli di riferimento specifici per ogni analisi. Lab Test On Line raccomanda vivamente di discutere sempre i risultati delle analisi con il proprio medico. Per maggiori informazioni sugli intervalli di riferimento vi suggeriamo di leggere questo articolo Gli intervalli di riferimento ed il loro significato.


NOTA: Se il sottoporsi a queste analisi mediche provoca stati d' ansia o disagio, si consiglia di leggere uno o più di questi articoli Come fare fronte alla paura, al disagio ed all'ansia da test, Suggerimenti sui test ematici, Suggerimenti per aiutare i bambini ad affrontare un test medico, Suggerimenti per aiutare l'anziano ad affrontare un test medico.

Un ulteriore articolo, Seguire il campione: Breve viaggio nel laboratorio, chiarisce le modalità di prelievo del campione ematico

 

E’ necessaria una preparazione al test?
I tests sia urinario sia plasmatico possono essere influenzati da alcuni cibi, farmaci e dallo stress. E’ dunque importante informare il medico delle eventuali terapie in uso e seguire le istruzioni che vengono fornite prima della raccolta del campione


Questo contentuto è stato modificato il16.02.2011