AFB Coltura

Noto anche come: AFB (Acid-Fast Bacillus) Coltura, Esame colturale per la tubercolosi, Esame microscopico per la tubercolosi, Mycobacteria tuberculosis Nucleic Acid Amplification Test (TB NAAT), Ricerca dei bacilli alcool-acido resistenti (BAAR), Test molecolari per l’identificazione di Mycobacterium tuberculosis, Test di sensibilità ai farmaci antitubercolari
Nome: Ricerca ed identificazione dei bacilli alcool-acido resistenti (BAAR), Test di sensibilità ai farmaci antitubercolari
Esami associati: Test di screening TB, Emocoltura, Test di sensibilità

In sintesi

 

Perché fare il test?
Come supporto alla diagnosi e all’identificazione di infezioni causate da Mycobacterium tuberculosis, agente eziologico della tubercolosi (TB o TBC), e di altri bacilli appartenenti alla specie Mycobacterium, noti con il nome di bacilli alcol-acido resistenti (BAAR) o acid-fast bacilli (AFB); per il monitoraggio dell’efficacia del trattamento terapeutico.

 

Quando fare il test?
Nel caso in cui siano presenti segni e sintomi di infezioni polmonari, come tosse cronica, perdita di peso, febbre, brividi e senso di stanchezza, che potrebbero essere riconducibili a infezioni da micobatteri tubercolari o non tubercolari. Il test viene effettuato anche in seguito a positività per il test di screening TB nel caso in cui il paziente sia ad alto rischio di progressione verso la malattia conclamata; nel caso in cui siano presenti sulla pelle o in altre sedi delle infezioni che potrebbero essere dovute al micobatterio; in corso di terapia per TBC.

 

Che tipo di campione viene richiesto?
Nel caso in cui si sospetti la TBC polmonare, viene richiesto un campione di escreato generalmente raccolto la mattina presto in giorni differenti. Nel caso in cui la persona affetta non sia in grado di raccogliere autonomamente il campione, può essere raccolto un campione di fluido durante una procedura chiamata broncoscopia (broncoaspirato). Nei bambini può essere raccolto un campione di aspirato/lavaggio gastrico. Se i sintomi sono indicativi per la presenza dell’infezione in altre sedi dell’organismo, possono essere necessari campioni di urine, liquido cefalorachidiano, tessuti bioptici o raccolta di altri fluidi corporei o aspirati provenienti dalla sede dell’infezione.

 

Il test richiede una preparazione?
No, nessuna.


Questo contentuto è stato modificato il11.09.2016