Acido lattico

Noto anche come: Lattato, L-Lattico
Nome: Lattato
Esami associati: Emogasanalisi, Esame del liquor, Elettroliti

In sintesi

 

Perché fare il test?
Per rilevare livelli elevati di acido lattico nel sangue, come indicatori di ipossia (mancanza di ossigeno) o della presenza di altre patologie responsabili della produzione eccessiva o dell’eliminazione insufficiente di acido lattico dal circolo sanguigno; questo test non è utilizzato nella valutazione dello stato complessivo di salute.

Quando fare il test?
In presenza di sintomi indicativi per la mancanza di ossigeno o l’alterazione del normale pH ematico come respiro accelerato, nausea o sudorazione; nel caso in cui il clinico sospetti la condizione di sepsi, shock, attacco cardiaco, grave scompenso cardiaco congestizio, scompenso renale o trattamento inadeguato del diabete; nel caso in cui il clinico sospetti la presenza di una patologia metabolica ereditaria o di un disordine mitocondriale.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sangue venoso prelevato dal braccio; talvolta un campione di sangue arterioso e, raramente, un campione di liquido cefalorachidiano.

Il test richiede una preparazione?
Può essere richiesto il riposo prima del prelievo. Raramente può essere richiesto il digiuno.


Questo contentuto è stato modificato il13.10.2016