Emogasanalisi

Noto anche come: Emogasanalisi
Nome: Emogasanalisi
Esami associati: Elettroliti, Bicarbonato

In sintesi

Perché fare il test?
Per valutare la funzionalità polmonare misurando il pH, l’ossigeno (O2) e l’anidride carbonica (CO2); per monitorare il trattamento delle patologie polmonari; per determinare la presenza di uno squilibrio acido- base nel sangue, che può indicare patologie respiratorie, metaboliche o renali; per valutare l’efficacia dell’ossigenoterapia.

Quando fare il test?
Quando il paziente mostra sintomi quali difficoltà respiratorie, respiro corto, o iperventilazione; quando il paziente è in trattamento per patologie polmonari; quando si sospetta lo squilibrio acido- base; periodicamente quando il paziente ha patologie che causano carenza di ossigeno acuta o cronica ed è in terapia con ossigeno; durante certi tipi di operazioni chirurgiche per monitorare le concentrazioni di O2 e CO2 nel sangue.

Che tipo di campione viene richiesto?
Di solito viene prelevato un campione di sangue da un’arteria del polso o sangue capillare dal tallone per i neonati.

Il test richiede una preparazione?
Di solito no; però se il paziente è in terapia con ossigeno, l’erogazione viene sospesa per 20-30 minuti prima che il sangue venga raccolto. Se ciò non può essere tollerato, o se il medico vuole testare la concentrazione di ossigeno con l’erogazione in corso, deve esserne presa nota.

[Back to top]


Questo contentuto è stato modificato il30.06.2015