Chlamydia trachomatis

Noto anche come: Clamidia, Chlamydia NAAT o NAT; Pannello Chlamydia/GC STD
Nome: Chlamydia trachomatis tramite NAAT (Nucleic Acid Amplification Test), Esame colturale di Chlamydia trachomatis, Chlamydia trachomatis DNA Probe
Esami associati: Test di screening per HIV, Sifilide, Herpes, HPV, Gonorrea

In sintesi

 

Perché fare il test?
Per diagnosticare un'infezione da Chlamydia.

Quando fare il test?

Screening:

  • Viene raccomandato uno screening annuale per tutte le donne sessualmente attive sotto i 25 anni di età, o per le donne di età superiore a rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili (per il cambio frequente di partner sessuali) o in stato di gravidanza.
  • Per gli uomini con rapporti omosessuali, viene raccomandato uno screening annuale

 

Diagnosi

  • In presenza di sintomi associati alla presenza di malattie sessualmente trasmissibili, come dolore durante la minzione, perdite vaginali o dolori addominali (per le donne) e presenza di insolite secrezioni dal pene, dolore nella minzione e gonfiore o dolore ai testicoli (per gli uomini).
  • Nel caso in cui un neonato sia affetto da congiuntivite

 

Che tipo di campione viene richiesto?
Per le donne, un campione ottenuto tramite tampone vaginale o per raccolta delle secrezioni vaginali; per gli uomini e le donne, il primo getto di urina; talvolta un tampone di cellule o secrezioni provenienti da aree non genitali potenzialmente infette.

Il test richiede una preparazione?
Per non influenzare il risultato del test possono essere fornite indicazioni riguardo l’eventuale sospensione dell’utilizzo di antibiotici o, per le donne, lavaggi o creme vaginali, nelle 24 ore precedenti l’esecuzione del test. La presenza delle mestruazioni non influenza il test. Per le urine, può essere richiesto di raccogliere il campione non prima di 1-2 ore dall’ultima minzione. È importante seguire tutte le istruzioni fornite.


Questo contentuto è stato modificato il22.12.2016