Funzionalità piastrinica

Noto anche come: Aggregazione piastrinica
Nome: Funzionalità piastrinica
Esami associati: Emocromo, Piastrine, PT e INR, aPTT, Clopidogrel

In sintesi

Perché fare il test?
Come supporto nel determinare la causa di un eccessivo sanguinamento e/o nel diagnosticare una disfunzione piastrinica; per monitorare la funzionalità piastrinica; per monitorare la presenza e l’efficacia di un farmaco anti- aggregante.

Quando fare il test?
Quando al paziente si formano facilmente ecchimosi o va incontro a sanguinamenti eccessivi o prolungati; quando è in cura con farmaci che possono alterare la funzionalità piastrinica; prima di o durante certi tipi di interventi chirurgici.

Che tipo di campione viene richiesto?
Un campione di sangue prelevato da una vena del braccio

Il test richiede una preparazione?
E’ possibile che venga richiesto al paziente di smettere di prendere farmaci che influiscono sul risultato di questi esami, come aspirina, anti-infiammatori non-steroidei (FANS), o altri prodotti da banco che contengono questi farmaci. I FANS più utilizzati sono l’ibuprofene, il naproxene e gli inibitori della COX-2. E’ bene però non smettere di prendere farmaci, senza prima discuterne col medico.

[Back to top]


Questo contentuto è stato modificato il20.07.2015