Cos'è?

Le ulcere peptiche sono delle erosioni nel rivestimento dello stomaco e del duodeno (la pate iniziale dell'intestino tenue), solitamente causate da un'infezione batterica da parte di un batterio di nome Helicobacter pylori. Lo stomaco produce acido cloridrico ed enzimi, tra cui la pepsina, poi scompone e digerisce il cibo. Uno strato di muco riveste lo stomaco e lo protegge dall'azione dell'acido. Anche le prostaglandine aiutano a proteggere il rivestimento. Quando queste difese non funzionano correttamente, l'acido e la pepsina consumano il rivestimento, formando delle aree di erosione chiamate ulcere. L'infezione da Helicobacter pylori, che si riscontra in molte persone, non causa ulcere in tutti. Non tutte le ulcere sono causate da questo batterio. L'uso a lungo termine di antinfiammatori non steroidei (FANS) come l'aspirina, naproxene, e ibuprofene possono causare ulcera.

 

Il sintomo più comune dell'ulcera papetica è il dolore addominale acuto, che va e viene, può comparire poche ore dopo il pasto o durante la notte ed è attenuato dal cibo o dagli anti-acidi. Perdita di peso rigonfiamento e nausea sono sintomi minori. I sintomi che richiedono attenzione medica immediata includono dolore acuto e persistente allo stomaco, feci nere od ematiche, vomito ematico o che assomiglia a fondi di caffè.

La diagnosi di laboratorio dell'ulcera peptica causata dall'Helicobacter pylori può essere effettuata con diversi metodi e su diversi materiali. Il test più comune per la diagnosi dell'ulcera peptica è la ricerca degli anticorpi anti-Helicobacter pylori. La presenza di anticropi anti-Helicobacter pilory significa che siete stati infettati in qualche momento della vostra vita da questo microorgansmo. Un campione di feci può essere raccolto per ricercare la presenza dell'antigene dell'Helicobacter pylori; comunque questo test non è indicato per le persone che hanno sangue nelle feci. Il test del respiro (breath test) viene eseguito per individuare l'attività enzimatica dell'Helicobacter pylori. Per la  diagnosi di ulcera peptica sono disponibili anche delle indagini invasive. Queste comprendono la radiografia del tratto gastrointestinale e l'endoscopia, nella quale una piccola telecamera posta alla fine di un tubo sottile viene introdotta attraverso la bocca e l'esofago fino al duodeno. Se durante l'endoscopia viene prelevato del tessuto (biopsia), può essere esaminato presso il laboratorio per ricercare la presenza di un'infezione attiva da Helicobacter pylori associata ad un danno dello stomaco (gastrite).

Le ulcere peptiche sono raramente fatali, ma se penetrano nella parete dello stomaco  o del duodeno (perforazione), rompono un vaso sanguigno (emorragia), o bloccano la fuoriuscita del cibo dallo stomaco (ostruzione), possono dare conseguenze molto serie. Il trattamento comprende l'uso di antibiotici per uccidere il batterio e farmaci per ridurre la produzione gastrica di acido.

avanti
Questo contentuto è stato modificato il 09.05.2008